NUOVO (DIS)ORDINE MONDIALE

1601241_698414883513340_1012666615_n


Ed ecco cosa ci racconta wikipedia:
il cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale (in latino Novus Ordo Mundi), in sigla NWO (acronimo del corrispondente termine inglese New World Order), è una teoria del complotto, mai dimostrata, secondo la quale un presunto gruppo di potere oligarchico e segreto si starebbe adoperando per prendere il controllo di ogni organizzazione statale del mondo, al fine di conquistare il dominio su tutta la Terra.
Esistono numerose versioni di tali ipotesi indimostrate e credenze più o meno fantasiose, spesso con temi e oggetti assai eterogenei e scorrelati tra loro, sostenute da piccoli gruppi complottistici spesso in conflitto interpretativo tra loro.
Nell’ambito delle relazioni internazionali, il termine “nuovo ordine mondiale” fa invece riferimento a un nuovo periodo a seguito di drammatici eventi.

Nel XX e XXI secolo lo hanno usato diversi uomini di stato, come Woodrow Wilson, Winston Churchill, Michail Gorbačëv, George H. W. Bush, Henry Kissinger, e Gordon Brown, per riferirsi a un periodo nuovo della storia così come fu dopo la seconda guerra mondiale o la guerra fredda.
Tale uso è stato comunque interpretato dai complottisti come presunta prova della volontà di imporre un governo totalitario.
Una delle menzioni iniziali del NWO, secondo l’interpretazione dei complottisti, sarebbe contenuta nella dichiarazione del 1975 del Presidente statunitense Gerald Ford, registrata poi dallo storico Henry Steele Commager: «Dobbiamo unirci per costruire un nuovo ordine mondiale.
Al meschino concetto di “sovranità nazionale” non dev’essere permesso di distoglierci da quest’obiettivo».
Il testo è in realtà un rimando all’importanza della sovranazionalità nelle decisioni politiche internazionali, e non è legato alla presunta organizzazione oggetto della teoria cospirativa.Retro delle 500 grivnie ucraine
I sostenitori di questa teoria concordano su alcuni segni e costruzioni che rappresentano il Nuovo Ordine Mondiale; tra essi, ad esempio, un logo degli Illuminati nel retro del Great Seal degli Stati Uniti, con sopra scritto Novus Ordo Seclorum.
Il logo degli Illuminati è anche presente sulle banconote da un dollaro statunitense e, a partire dal 2006, da cinquecento grivnie ucraine (vedere la figura a destra).
Altri loghi massonici sarebbero riscontrabili su banconote di altri Paesi: la cosa si presterebbe, secondo i sostenitori di queste ipotesi complottistiche, a confermare l’esistenza di una relazione fra poteri massonici e il cosiddetto signoraggio monetario.
In questa variegata teoria vengono variamente richiamati a far parte del presunto complotto, di volta in volta, gli Illuminati, il Quarto Reich, l’ONU, gli Stati Uniti, comunità ebraica e la Nuova Massoneria (cioè logge massoniche non regolari).
I sostenitori di questa teoria non riescono a concordare su chi veramente farebbe parte di questo presunto complotto.
La maggior parte delle famiglie potenti e influenti, quali i Rothschild, i Rockfeller, la JP Morgan, la famiglia Du Pont, la famiglia Bush, il casato Windsor, così come i monarchi europei e il Vaticano, sarebbero secondo alcuni complottisti membri del NWO.
Anche note organizzazioni internazionali quali la Banca Mondiale, l’FMI (Fondo Monetario Internazionale), l’Unione Europea, le Nazioni Unite e la Nato sono spesso elencate come sotto-organizzazioni per lo sviluppo del Nuovo Ordine Mondiale.
Secondo i complottisti, al fine di garantirsi un maggior potere il NWO avrebbe sviluppato e utilizzerebbe presunti sistemi di spionaggio di massa avanzati, tra i quali troverebbe posto anche ECHELON.
Sempre secondo loro, l’organizzazione inoltre sarebbe occulta promotrice di nuove leggi sulla privacy, aventi il fine ultimo di limitarla considerevolmente.
 
I complici del complotto
Per approfondire, vedi le voci Sionismo, Antipapismo e Satanismo.
A seconda della teoria e dell’argomento trattato, le personalità che secondo i complottisti sarebbero immischiate e/o artefici del NWO sarebbero molte; qui segue una lista:
Il Paleoconservatore Patrick J. Buchanan asserisce che il Consiglio delle relazioni estere (presunta parte nascosta delle “banche segrete internazionali”, così come, lo sarebbero i vari Gruppi Bilderberg, la Commissione Trilaterale e il WTO) sarebbero dietro questo complotto[senza fonte].
Sostiene inoltre che i liberali stanno progettando la sommersione dell’indipendenza degli Stati Uniti subordinando l’autorità statunitense alle Nazioni Unite.
Questa tesi è accettata dall’opinione liberale della destra che vede un mondo socialista dichiarato come unico metodo per la realizzazione di un’oligarchia collettivista tendente alla necessità di subordinare la produzione del mondo ai consumatori dell’economia di mercato.
La cospirazione sarebbe costituita dalla sostituzione dell’economia già prevista monopolista capace del razionamento delle risorse, convertendo le popolazioni a proprietà pubblica.
La loro immagine usuale è uno slash egalitario sotto la leadership scientifico-globale.
Alcune ideologie cristiano-evangeliche fondamentaliste includono un elemento religioso preminente nella cospirazione, basato sugli antichi testi evangelici e biblici, l’Anti-cristo.
I teologi asseriscono, che i satanisti sono coinvolti nell’inganno in cui sta per cadere l’umanità, la nascita di un “Ordine Demoniaco Internazionale”, in cui il culto satanista è il fulcro base.
Questa credenza include spesso il millenarianismo esplicito.
Altre ideologie non includono elementi religiosi, osservando solamente il concetto di “Servitore del Diavolo”, metaforicamente.
La visuale cristiano-evangelista sul piano fondamentalista, riguarda eventi ricavati da profezie, conducendo così a teorie religiose e apocalittiche, quali l’Armaggeddon, l’Anti-Cristo, il Monte dei Templi, queste teorie sono ricapitolate esaurientemente in un libro del 1998, “Final warning: The history of New world order” (Avvertimento finale: La storia del Nuovo ordine mondiale), di David Allen Rivera.
Alcuni anarco-insurrezionalisti, anarchici, ecologi radicali, ultra-popolaristi, Neo-Luddisti e (molto raramente) i bioconservatori, a volte sostengono che c’è o può esistere un’esplicita organizzazione (coospirativa) o implicita (bloccante) di un gruppo di intellettuali.
A volte, il nuovo ordine tecnocratico mondiale, si pensa abbia delle ambizioni transumaniste, con lo scopo finale di costruire e controllare la vita, realizzando il progetto “secolare” di trasformare persone e animali in oggetti.
 
Idee generali sulla finalizzazione del Nuovo Ordine Mondiale
L’idea principe di alcuni complottisti è che il Nuovo Ordine Mondiale sarà generato da un colpo militare, usando le Nazioni Unite e, possibilmente le truppe statunitensi contro tutte le nazioni del mondo per costruire un unico governo mondiale.
Prima del 2000, alcuni complottisti hanno creduto che questo processo fosse regolato dal movimento di crisi che avrebbe dovuto generarsi con l’uscita dell’Y2K e, il conseguente Millennium bug.
Altri complottisti credono che gli Stati Uniti siano controllati dalle truppe delle Nazioni Unite, controllate anche esse da un gruppo al di sopra di tutto (talvolta denominato “Prima Fazione”).
Altri componenti eterogenei del presunto complotto vengono confusamente elencati dai complottisti come: la dispersione degli agenti chimici nell’atmosfera via aerea, si veda: Teoria del complotto sulle scie chimiche, esperimenti riguardanti il controllo della mente e la sua conseguente manipolazione da parte della CIA (MK-ULTRA), influenza di extraterrestri, l’Area 51, la Base Dulce e le teorie di David Icke.
Un’altra teoria complottista è quella riguardante il presunto “controllo della mente”, secondo cui sarebbero stati usati il condizionamento e la disinformazione dai regimi totalitari.
Un’ulteriore teoria è quella dell’abolizione del denaro contante il quale, secondo i sostenitori, andrebbe gradualmente sostituito da quello elettronico utilizzabile sotto forma di carte magnetiche o microchip a bassa frequenza impiantati sottopelle. Secondo i sostenitori di detta teoria, una volta preso saldamente il potere, il NWO potrebbe controllare ogni singolo essere umano sia negli spostamenti che nelle transazioni di denaro, ricattando all’occorrenza chiunque possa agire contro gli interessi della nuova dirigenza planetaria.
 
NWO e nazionalismo
Ci sono molte teorie che caratterizzano il programma dell’NWO.
La maggior parte di queste teorie credono che il Nuovo Ordine Mondiale si intensifichi dentro ogni nazione, anche se questa non ha interesse alla finalizzazione di questo progetto.
I sociologi hanno pensato ad un collegamento tra queste teorie e i pensieri del nazionalismo o dell’isolazionismo.
Per esempio, tempo prima dell’aumento del pensiero neoconservatore negli USA, i conservatori e i repubblicani tennero un colloquio in cui era presente Rush Limbaugh, criticante i politici differenti per la loro posizione negli interessi degli Stati Uniti.
I commendatori dichiarerebbero questo comportamento “coospiratorio”, a sostegno di questa tesi i politici disapprovanti.
Queste ipotesi sono molto simili alle recenti teorie sul Nuovo Ordine Mondiale. Questo dibattito ha incentrato storicamente molti sostenitori del libero scambio internazionale contro i protezionisti.
Poiché i protezionisti credono generalmente all’opposizione di questa liberalizzazione degli scambi nel loro paese, vengono così implicati i sostenitori del libero commercio, che sta assumendo una posizione estranea al proprio paese.
Queste nuove teorie non implicano quindi “congetture”, ma più spesso, uno stato che cerchi di controllare il monopolio mondiale, piuttosto che come altre teorie, sette e alieni, dediti alla conquista del mondo.
 
Manipolazioni storiche
Alcuni eventi storici sono ritenuti dai complottisti presunte “parti attive” del Nuovo Ordine Mondiale.
L’Incendio del Reichstag fu utilizzato dal regime nazista, come mezzo di soppressione del movimento comunista in Germania, accusando la Sinistra tedesca di complotto ai danni del governo.
L’attacco nipponico alla base navale statunitense di Pearl Harbour si sarebbe potuto evitare, poiché sembra che le forze inglesi avessero intercettato messaggi criptati riferendo al presidente Roosevelt di un possibile attacco nell’Oceano Pacifico; nonostante ciò nulla fu fatto per evitare l’attacco, e questo sarebbe servito come scusante per l’entrata statunitense nel secondo conflitto mondiale.
Il programma Northwoods, fu proposto dai servizi segreti statunitensi per invadere Cuba, fu firmata l’approvazione da parte del presidente americano, ma fu rifiutato da Kennedy poco prima del suo assassinio.
L’incidente del Golfo del Tonchino sarebbe stato voluto dal presidente Lyndon B. Johnson per l’intensificazione della ostilità statunitensi nel Vietnam.
La legge della Federal Reserve destinata alla regolazione della banche, sarebbe stato scritta in un’isola della Georgia nel 1910 da JP Morgan, dai Rockefeller e dalla famiglia Rothschild.
Questa legge ha dato alle banche principali superiori controlli per il controllo dell’economia degli Stati Uniti.
Il governo Bush avrebbe saputo in anticipo degli attacchi al Pentagono e dei successivi Attentati al World Trade Center, questo silenzio sarebbe stato voluto da Bush per ottenere un “valido motivo” per iniziare l’invasione dell’Afghanistan e l’Iraq successivamente.
 
Altre teorie
Le Nazioni Unite sono una figura centrale di alcune teorie sul Nuovo Ordine Mondiale, ma nel ventunesimo secolo sono entrate alcune teorie nell’immaginario collettivo, soprattutto fanta-complottiste.
Teorie recenti includono i “Rettiliani” e/o i “Grigi” o entrambi, la Commissione Trilaterale, gli Illuminati e altri gruppi più o meno importanti.
Alcuni teorici sostengono che il congresso annuale del Gruppo Bilderberg, sia un ritrovo per tutti i complici del NWO.
Addizionando l’escatologia religiosa, caratterizzante spesso l’Anti-Cristo, si arriva ad incentrare più teorie, ognuna accomunate ad un’altra.
 
Annuit Cœptis Novus Ordo Seclorum
Alcuni credono che i liberi-massoni siano coinvolti nella creazione del Nuovo Ordine Mondiale[19] e che il motto dei massoni sia un indizio.
Le 6 punte della stella di Davide, situata sopra la piramide, 5 delle 6 punte (la sesta è la “visione del mondo”) indicano le lettere messe ordinatamente S-M-O-N-A, che può essere rimesso assieme come “mason” (massonico o, forse derivante da “omans”, facendo pensare a “omens”).
I credenti a questa teoria inoltre citano i 13 punti ascendenti alla piramide ed i 72 blocchi visibili nella parte anteriore.
Al Great Seal degli Stati Uniti è stato attribuito il linguaggio simbolico massonico, molti credono che l’aquila rappresenterebbe la Fenice massonica.
L’aquila tiene in un artiglio un ramo verde d’ulivo, tenente 13 olive e 13 foglie e 13 frecce nell’altra zampa.
La ricorrenza e l’importanza del numero 13 è spesso attribuita alla sua importanza nella numerologia, andando poi ai 13 gradi della libera massoneria del Rito di York. L’aquila del Great Seal ha 32 piume sull’ala destra e 33 sull’ala sinistra (32 e 33 sono i due più alti gradi della libera massoneria del Rito scozzese).
Le teorie non complottistiche considerano semplicemente i 13 punti come un riferimento alle tredici colonie americane.

File:Dollarnote siegel hq.jpg

Retro del Great Seal degli Stati Uniti

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × tre =