“SUICIDI DI STATO” … INCONTRO CON RITA ZANIBONI.

Spread the love
Ieri sera presso la sede della ditta LAGO in via dell'Artigianato II° n. 21 a Villa del Conte (Pd) alcuni membri del direttivo del MLNV hanno partecipato ad una conferenza tenuta da Rita Zaniboni concernente un drammatico ma attualissimo tema quello sull'eccidio del Popolo Veneto (e non solo), ovvero i “suicidi di stato”.
Con garbata fermezza e premurosa sensibilità umana questa donna ha illuminato con la sua determinazione la tragicità del problema, spesso e dolosamente occultata dalle responsabilità politiche del sistema italia.
Tutti hanno convenuto che è necessario creare una rete di solidarietà per aiutare chi vive questa drammatica situazione non dimenticando che proprio in momenti come questi, la fragilità umana, la dignità personale  e lo scoramento spesso acuiscono il senso di abbandono e di isolamento e l’incapacità per molti di chiedere aiuto.
Il MLNV è intervenuto con decisione soprattutto nel denunciare il “sistema italia” e le sue dirette responsabilità per la crisi economica palesando anche la scandalosa pretesa dello stato italiano di monopolizzare anche la solidarietà che da sempre contraddistingue pure il Popolo Veneto.
Per riuscire ad essere realisticamente risolutivi è necessario recuperare la legalità sui nostri territori e quindi le nostre più sane e cristiane tradizioni.
Oggi la società vive una programmata e voluta crisi che non è solo economica ma anche di legami e relazioni.
Lo stabile e tradizionale sistema di valori è stato minato di proposito con finalizzate e insidiose dinamiche di suggestione sociale che vogliono imporre mutamenti e stili di vita che non ci appartengono.
Semplicità e meno burocrazia, vera solidarietà umana che travalica i muri degli alveari in cui ci vogliono far vivere senza conoscerci.
La tradizionale società patriarcale, scandita da regole alle quali tutti si conformavano e da una rigida e autoritaria morale costituisce comunque il nostro “patrimonio genetico” e non può essere cancellato e ignorato, come oggi si tenta di fare.
Siamo il frutto di ciò che i nostri genitori, i nostri nonni, i nostri avi sono stati in passato, con i loro errori, sacrifici, eroiche, epiche e ordinarie scelte di vita.
Noi dobbiamo aspirare ad una società libera e dobbiamo ripartire dai valori che creano ed onorano i nostri legami e le nostre relazioni e la via tracciata dalle tradizioni, dalla storia, dalla cultura del nostro Popolo sono una fonte di ricchezza e questo da molto fastidio a chi non vuole un Popolo risvegliato e cosciente.
Unica nota dolente la sconcertante pretesa di qualcuno di servirsi di quell’incontro per chiedere cospicue donazioni in favore di una sua attività.
Un grazie anche a Rosanna che ha organizzato e consentito quest'incontro.
Grazie, Rita.
Con onore e rispetto.
WSM
Venetia 12 maggio 2015
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio.
approfondisci: (CLICCA QUI)
 
Print Friendly, PDF & Email