E I MEDIA ITALIANI ADESSO TACCIONO O … DICONO POCO!

PROCESSO ALLA POLISIA VENETA – TUTTI ASSOLTI.

Tra i media italiani, che quasi nella loro totalità hanno taciuto la notizia, abbiamo solo riscontro della cronica e mirata disinformazione che il giornalaccio la tribuna di Treviso promuove.
La solita spazzatura di un giornaletto da regime, la cui direzione, non a caso, è stata visitata di recente dal prefetto italiano illegalmente stanziato a Treviso.
L’ articolo di questo quotidiano disinforma ancora una volta i cittadini veneti sulla reale portata della sentenza del tribunale straniero italiano, anch’esso illegalmente stanziatosi a Treviso e operante in difetto assoluto di giurisdizione.
Non credete a questo tipo di notizie giostrate anche malamente da chi ha tutto l’interesse di mantenere l’attuale occupazione straniera italiana sui nostri territori.
Ma c’è un tempo per ogni cosa.
Come tutte le autorità d’occupazione straniere italiane anche i collaborazionisti meritano tutta la nostra “attenzione” … e noi non dimentichiamo.
Il MLNV ritiene molto gravi le affermazioni che la Tribuna attribuisce al dott. Paolo Gallina, che da alcuni anni si è disimpegnato dal MLNV per ragioni personali.
Il MLNV non lotta per l’autonomia di una regione italiana ma per il ripristino di sovranità del Popolo Veneto su tutti i propri territori.
Qui si denota la totale ignoranza o la dolosa malafede che solo i collaborazionisti usano per tentare di manipolare e disinformare sul reale e legittimo percorso che il MLNV sta compiendo … tutto il resto è il nulla perché noi miriamo solo all’indipendenza dallo stato straniero occupante italiano.
Noi Veneti non siamo italiani, non lo siamo mai diventati e sostenere anche il referendum sull’autonomia del partito italiano lega nord di Zaia ci ripugna.

WSM
Venetia, 8 settembre 2017
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provisorio

image_pdfimage_print