PIETRO BAZZO … E IL DIRITTO DI AUTODETERMINAZIONE IN FRIULI

friuli-flag

È sempre più condiviso il percorso intrapreso dal MLNV con la rivendicazione del diritto di autodeterminazione quale unico cammino legale per il ripristino di sovranità delle nostre Nazioni.
Con la speranza che anche i Friulani convergano i propri sforzi nel progetto di Nazione Federata nella quale tutti i Popoli contribuiranno, a pari titoli, al ripristino della libertà e della legalità sui propri territori.
Il colloquio avuto con Pietro Bazzo, del Fronte per l'Indipendenza, mi ha confortato non poco sia per la sintonia d'intenti e per il rifiuto di sottostare ancora a un sistema partitocratico italiano che non ci poterà mai da nessuna parte.

Una manifestazione di protesta e di promozione, nei confronti della gestione attuale e per le provincie autonome del Friuli e di Trieste, domenica davanti al Municipio di Udine, con tantissimi partecipanti armati di bandiere, del Friuli e non solo. Protestare per difendere la propria terra in via Lionello davanti al municipio di Udine.
Alcuni comitati sono sorti solo recentemente sul territorio a favore delle provincie autonome del Friuli e Trieste, a sostegno della sanità pubblica, a difesa delle acque pubbliche e contro le UTI.
Si sono riuniti insieme e intendono ripresentare i quesiti referendari respinti dal Consiglio Regionale a luglio 2016 e che riguardavano in un caso l’eliminazione delle 18 nuove Uti o mini-province e la loro sostituzione con due realtà amministrative, ossia la Provincia autonoma del Friuli e quella di Trieste, seguendo l’esempio di Trento e Bolzano e parallelamente per l’abrogazione della riforma …. WWW.EUROREGIONENEWS.EU

 

image_pdfimage_print