L’ITALIA … E LA “MISSIONE” BALTIC AIR POLICING

BALTIC AIR POLICINGE così la pacifica italietta, in barba anche alla propria costituzione e alla volontà popolare, ha inviato alcuni caccia militari (aerei da guerra) "Typhoon" per contrastare le operazioni aeree che la Russia starebbe effettuando nei cieli del Baltico.
L'operazione è chiamata eufemisticamente BALTIC AIR POLICING ovvero POLIZIA AEREA SUL BALTICO.
Cioè ?
Con un abile giro di parole (è come dire che in italia la mafia non esiste) chi comanda in europa e nella nato ha deciso che dal 30 marzo 2004 le nazioni della nato gestiscono a rotazione la copertura aerea dello spazio aereo sul Baltico.
Come dice l’articolo di Aereonautica e Difesa nr.341 a pag.42, con l’acuirsi della tensione tra la Russia e la nato a causa del “capovolgimento politico” in Ucraina (altro strano eufemismo) e dell’ ”annessione” della Crimea alla Russia, (altro strano eufemismo), è importante un efficace controllo dello spazio aereo Baltico.
Ma chi ha deciso questo?
L’articolo prosegue asserendo che con la crisi in Crimea e in Ucraina il numero di voli russi che la nato considera “pirata” (attenzione è la nato che li considera in tale modo) è cresciuto in modo esponenziale.
Nel 2013 gli aerei della nato avrebbero eseguito una cinquantina di intercettazioni, salite a 150 nel 2014.
Se da un lato la Russia considera il Baltico come parte del proprio spazio aereo, come mai la nato è così premurosa nei confronti della popolazione delle tre repubbliche baltiche tanto da volerne “proteggere” (altro eufemismo) i territori che considera propri ? … l’alleanza atlantica farà tutto quanto è in suo potere per proteggere i propri territori da ogni possibile azione ostile …
Ancora una volta abbiamo la conferma che nato ed europa sono due facce della stessa medaglia e che le "premurose" mire espansionistiche dell’alleanza atlantica derubano anche al Popolo Veneto e agli altri Popoli sottomessi dallo stato straniero occupante italiano, milioni di euro per favorire la loro politica imperialista.
Continuare a mantenere questo stato parassita italiano che occupa la nostra Patria e che usa i soldi che ci ruba per assecondare mire espansionistiche della Nato e di questa maledetta europa, significa essere complici dei crimini che vengono commessi in nome della pace e di un falso servizio di air policing.

N.B.:
Costo unitario di ogni aereo 62,9 milioni di Euro (quanti miliardi di euro per l'acquisto dei 96 aerei ???)
Sommario produzione prevista per ogni cliente.
Italia, Germania, Regno Unito e Spagna sono i produttori
Acquirente
Tranche 1
Tranche 2
Tranche 3A[13]
Totale
Regno Unito Regno Unito 53 67 40[14] 160
Germania Germania 33 79 31 143
Italia Italia 28 47 21 96
Spagna Spagna 19 34 20 73
Arabia Saudita Arabia Saudita 0 72 0 72
Austria Austria 15 0 0 15
TOTALE 148 299 112[13] 559

Dove sono dislocati questi velivoli con l'aeronautica militare italiana:

  • 4º Stormo/9º Gruppo – base di Grosseto
  • 4º Stormo/20º Gruppo (Operational Conversion Unit) – base di Grosseto
  • 36º Stormo/10º Gruppo – base di Gioia del Colle
  • 36º Stormo/12º Gruppo – base di Gioia del Colle
  • 37º Stormo/18º Gruppo – base di Trapani-Birgi
WSM
Venetia, 12 agosto 2015
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio
 

copertina aereonautica e difsa