2012.05.26 – L’INVENZIONE DEL GOVERNO NASIONAE VENETO…

Pubblichiamo anche quest’ennesima fesseria del governo nasionae veneto.
De Pieri e Company non sanno proprio più cosa inventarsi… di certo stanno gettando la maschera.
Governo Nasionae Veneto:
I rischi del Percorso Internazionalista.
pubblicata da Governo Nasionae Veneto il giorno lunedì 21 maggio 2012 alle ore 12.21.

I rischi del Percorso Internazionalista… ossia quei Veneti che, in buona fede ed entusiasti, ci venderanno tutti…
Articolo di Paolo Pegorin, Segr. Gov.Nas.Veneto

Il Gov.Nas.Veneto è costituito da Veneti, che per Primi, ( sempre pronti a ribadire che sono stati i primi e notate con la P maiscuola… come se ai sensi e per gli effetti delle norme del diritto internazionale questo volesse dire qualcosa 
) hanno protocollato, in sede O.N.U., la rinuncia alla cittadinanza italiana e presentano il Popolo Veneto come Comunità avente autonomia giuridica e legittimata ad un percorso verso l’autodeterminazione.
L’Anagrafe Storica del Popolo Veneto è lo strumento con cui attuare l’unità di tutto il Popolo Veneto, al di là delle frontiere politiche, per una Comunità, che possa essere Titolare della Sovranità Originaria sui Territori Veneti.
Non seguire il nostro percorso (come il MLNV) non è solo esporsi, ma aver esposto Tutti i Veneti ad un rischio enorme.
Se non ben coesi, preparati, uniti, la pretesa di diventare l’organo rappresentativo dei Veneti tramite un’investitura ottenuta da un Ente Sovranazionale Straniero (promotori di una controproducente strategia simile sono il Movimento di Librazione Nazionale del Popolo Veneto), cioè l’O.N.U., è permettere un’intromissione dei Poteri Forti.
Questi Poteri Forti sono i paesi che guideranno il processo di riconoscimento, in primis:
1.Russia (sul cui imperialismo politico-economico non c’è dubbio),
2.America (a cui il Veneto sta a cuore per le basi militari),
3.Francia (intenzionata a costruire centrali nucleari nel territorio per il rimborso del debito nei loro confronti),
4.Cina (protezione dei propri interessi economici a scapito degli Italiani, figuriamoci dei Veneti),
5.Gran Bretagna (interessata alla destabilizzazione dell’Euro).
Il Governo Nasionae Veneto è completamente estraneo ad una strategia tanto azzardata, (ma che strano, ma non dicono di essere stati i primi a protocollare presso l’ONU le loro richieste???).
Il Gov.Nas.Veneto confida nell’Anagrafe Storica del Popolo Veneto perché realizza una Comunità Veneta ( e, come scritto assurdamente nel loro sito, la loro anagrafe è di proprietà del presidente del governo nasionae veneto!!!  come se l’identità dei Veneti dovesse essere di proprietà di un governo o di una fazione politica ), autonoma di per se stessa e non provvisoria nelle proprie istituzioni (c’è da chiedersi se questi signori abbiano il ben che minimo di cultura giuridica delle norme del diritto internazionale e del percorso che può fare solo un Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto che si istituisce governo provvisorio ai sensi dell’art.6 paragrafo 3 del 1° protocollo di Ginevra… non può essere diversamente e c’è da chiedersi chi a loro li abbia mai votati per ergersi governo nasionale del Popolo Veneto).
Tale Comunità non sarebbe alla ricerca di una legittimazione della rappresentanza da parte dell’O.N.U., ma dell’ammissione tra le Nazioni del Mondo.
Allo stesso tempo, l’interruzione di ogni collaborazione con MLNV è determinata dai toni accesi con cui si contraddistingue la via per l’Indipendenza. Queste sono esempi di estrapolazioni di quanto era il 11.05.2012 sul sito di questo Movimento: «Ai Veneti che proni sono presenti all’udienza e anelano il “perdono” o la “comprensione” dello stato straniero italiano ribadiamo il nostro dissenso e disprezzo per l’incoerenza che ancora una volta palesano nel dichiararsi indipendentisti», «L’indipendenza della Patria non si elemosina e va ripristinata, con le buone o con le cattive…fosse anche col sacrificio della nostra stessa vita. Sergio Bortotto Presidente del MLNV», «ecco una risposta ad un legale italiano… se insistono, prepariamoci ad uno “scontro frontale” con le autorità d’occupazione straniere italiane… ai veneti collaborazionisti un monito… “ attenti risponderete presto delle vostre responsabilità”».
Veneti, può esistere una comunità (comunità??? il caro De Pieri presidente del governo nasionale veneto ha palesemente dimostrato in molte occasioni l’ignoranza culturale in cui si dibatte e il razzismo che neppure nasconde pubblicamente
) unita da disprezzo e incitamento alla violenza?
Così parlavano i rivoluzionari comunisti degli anni ’60 a cui si ispira il MLNV (come no, proprio il MLNV si ispira al comunismo… ma va??? eppure il MLNV è attacato ripetutamente da tutte le frangie della sinistra italiota, come mai???).
Nonostante in altri articoli il Sig. Daniele Quaglia si definisca pacifista, intende, questo signore, che essere pacifisti non dipende dal rifiuto esclusivo dell’uso delle armi, ma anche dal rifiuto dell’uso di discriminazioni, minacce e intimidazioni?
O è un concetto troppo difficile?
Veneti, ma quanto la disperazione e la sfiducia in voi stessi vi ha fatto scendere in basso!? (ecco i soliti padreterni che giudicano gli altri Veneti che non condividono la loro miopia intellettuale e politica). 
Questi sono indici del fallimento completo di una moralità giuridica! (il razzismo no???, l’ignoranza e la grettezza no???)
Lo strumento di pace, (nessun strumento di pace può essere di proprietà del presidente di un fantomatico governo nasionale veneto) l’Anagrafe Storica del Popolo Veneto, è la premessa per la progressiva estensione e collaborazione che il Popolo Veneto deve realizzare.
Le Anagrafi Venete, finora, hanno creato divisioni poiché volte a ripartire le persone numericamente in fazioni di atteggiamento fascistico “o con noi o contro di noi”.
Noi… ci affidiamo al nostro venetissimo: “Ti co Nu, Nu co Ti”. (no… grazie, con la vostra iprocrisia non ho intenzione di spartire alcunché neppure i valori indipendentisti perchè tutti noi ricordiamo molto bene il coraggio da leone sbandierato dal presidente del governo nasionale veneto Gabriele De Pieri nella sua fatifica frase: … ndè vanti vojaltri che mi ve vardo, sto par da drio non se sa mai… bell’esempio di patriottismo marciano.)
Serenisimamente
Le contraddizzioni in questo articoletto sono spudoratamente palesi.
Invitiamo i Veneti a non cadere nel falso proselitismo e nel buonismo di questi signori che ripetutamente e in molte occasioni hanno manifestato apertamente una grettezza e un’inciviltà pari e degna solo del razzismo che alberga nel loro animo.
Viva San Marco.
Sergio Bortotto,
Presidente del MLNV
image_pdfimage_print