L’INTIMIDAZIONE MAFIOSA DELLO STATO STRANIERO ITALIANO

Oggetto: Comunicato
Si fa seguito all’atto di diffida al risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali emesso dall’ufficio per l’amministrazione generale del dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell’interno italiano per intimarvi di adempiere con diligenza e senza ulteriore indugio all’ultimatum di questo Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto (MLNV) notificato al governo italiano in data 13 dicembre 2010.
Vi abbiamo già ammoniti.
Vi abbiamo già diffidati.
Vi abbiamo già avvertiti.
Vi abbiamo già ordinato di ottemperarvi.
La vostra improponibile e illecita pretesa risarcitoria per i presunti danni all’immagine internazionale del vostro stato italiano assume i connotati di una vera e propria intimidazione mafiosa.
È improponibile perché si esige il risarcimento di un danno prima ancora di una sentenza di colpevolezza.
È illecita perché i vostri reiterati atti di forza contro questo MLNV e i suoi militanti tentano di negare al Popolo Veneto il legittimo esercizio del proprio diritto di autodeterminazione ed integrano veri e propri illeciti internazionali.
Come tale va presa in considerazione e respinta al mittente.
Premesso che il MLNV quale soggetto di diritto internazionale per sua natura non può essere soggetto né assoggettabile ad alcuna autorità e forza d’occupazione dello stato straniero italiano, quale giudice italiano potrà mai valutare obbiettivamente e con serenità di giudizio?
Considerato il suo difetto assoluto di giurisdizione e di competenza per materia e per territorio, quali garanzie di imparzialità e di terzietà potrà mai offrire un giudice italiano?
È questo MLNV pertanto che vi intima al risarcimento di tutti i danni passati, presenti e futuri come di seguito:
  1. danni patrimoniali e non patrimoniali a favore della Serenissima Repubblica Veneta, rivalutati mensilmente con un tasso non inferiore al 700% e per l’illecito prelievo fiscale come da denuncia di occupazione,  dominazione e colonizzazione della Nazione Veneta da parte dello stato straniero italiano in data 27 settembre 2010;
  2. danni patrimoniali e non patrimoniali causati con le inchieste poliziesco-giudiziarie farsa calunniose, condotte contro il MLNV e valutati in almeno un milione di euro al giorno a decorrere dall’inizio dell’illecita attività d’indagine e spionaggio;
  3. danni patrimoniali e non patrimoniali a favore di tutti i militanti del’MLNV e valutati in almeno un milione di euro al giorno a decorrere dall’inizio dell’illecita attività d’indagine e spionaggio condotte in danno di ogni singolo militante.
Tutti i crimini commessi dalle autorità inquirenti d’occupazione straniere italiane sono ben evidenziati nelle numerose segnalazioni inoltrate anche al governo italiano.
A conferma dell’inaffidabilità della giustizia italiana si rinvia alla denuncia del 6 dicembre 2012 inoltrata il giorno successivo al Segretario Generale ONU a New York, all’Assemblea Generale ONU, alla Corte Internazionale di Giustizia, alla corte costituzionale italiana e al comando generale arma dei carabinieri italiani.
WSM
Venetia, 1 luglio 2015
Paolo Gallina, Vice Presidente del MLNV
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio
e questo sarebbe il ministro dell'interno italiano
che chiede a noi i danni per il nocumento all'immagine internazionale dell'italia
perchè rivendichiamo il diiritto di autodeterminazione del Popolo Veneto
… ma va in mona, molton.  (tratto da qui)
11230582_847775495260331_7078452123238058760_n
ecco la follia italiana:
FOLLIA ITALIANA
 
image_pdfimage_print