IL PREMIER STRANIERO ITALIANO PENSA SUBITO DI VENIRE A TREVISO … MA QUESTI NON HANNO ALTRO DA FARE ???


BURATTINAIOE ci risiamo… 
… ma questi politicanti italiani non hanno niente da fare ???
Come ospite non gradito il capo del governo straniero italiano Lett… ops … Renzi, ha deciso di catapultarsi a Treviso nei prossimi giorni.
Probabilmente i problemi di una campagna elettorale cominciano a preoccupare anche la sinistra italiana che continuando ad arrogarsi posizioni di potere senza la ben che minima espressa volontà popolare sfoggia il nuovo idolo di palazzo proprio nei luoghi più ostili alla politica romana.
Con la solita arrogante pretesa, anche l’odierno premier straniero italiano viene ad insegnarci a vivere, ad educarci, ad addomesticare un Popolo Veneto che ha ben poco da condividere con l’italica rappresentazione odierna di uno stato allo sbando e allo sfascio.
Nonostante l’aberrante occupazione straniera italiana il Popolo Veneto non si è però arreso al suo razzismo istituzionale e al suo colonialismo militare e culturale.
E i politicanti italiani lo sanno molto bene e i loro veritici di palazzo e le consorterie partitocratiche destinate a perpetuare il sistema dominante, sono preoccupate del risveglio del sentimento nazionale di Popoli che non sono mai diventati italiani.
Non è un caso, infatti, che subito dopo il Veneto il nuovo premier italiano si fionderà al sud.
C’è da chiedersi al sud di cosa … visto e considerato che ciò a cui si riferisce con tanta inettitudine è una Terra appartenente ad una Nazione il cui Popolo è stato massacrato e depredato dagli invasori italici.
Come un’illusionista attrezzato dei propri trucchi e sortilegi, il nuovo premier italiano farà di tutto per rianimare il fantasma del sentimento nazionale italiano e lo farà con il sostegno di tutti quei servi politicanti locali, anche falsamente indipendentisti, pronti a mendicare ciò che danno a roma e accapparsi un po’ del consenso dei propri sempre più sventurati pochi elettori.
Non credete ai partiti politici, non credete a questi politicanti, a questi falsi profeti … predicano bene e razzolano male perché anche le favole hanno i loro “Mangiafuoco” e il Collodi col suo pinocchio ben insegna ciò che il burattinaio riserva.

VIVA SAN MARCO
Venetia, lunedì 24 febbraio 2014
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio
 

RENZI MATTEOTratto da (CLICCA QUI)
Il premier Matteo Renzi mercoledì a Treviso
L'annuncio nel discorso al Senato
TREVISO – Matteo Renzi annuncia il suo arrivo nella Marca. 
Il neo presidente del Consiglio mercoledì prossimo farà visita ad un istituto scolastico trevigiano.
Ad annunciarlo lo stesso premier durante il discorso al Senato per ottenere la fiducia. 
Renzi ha spiegato di voler fare un tour nelle scuole di tutta Italia, partendo proprio da Treviso: «L’educazione che si da nelle scuole è motore dello sviluppo, ho in mente di entrare ogni mercoledì nelle scuole da premier se otterrò la fiducia – ha detto Renzi – comincerò da Treviso, dal Nordest, la prossima settimana ci sarà il Sud. 
È fondamentale che il governo non stia solo a Roma».
La notizia è stata subito accolta con entusiasmo dal sindaco Giovanni Manildo: «Sono molto felice – dichiara Manildo – accogliamo con grande entusiasmo l’arrivo di Matteo Renzi a Treviso. 
Condivido la posizione del premier, la scuola è sicuramente motore importante dello sviluppo e primo laboratorio di integrazione. 
Questo incontro sarà l’occasione per parlare del ruolo del Comune in quest’ambito, dell’edilizia scolastica e delle risorse per fare fronte a questi impegni».
 «Credo sia un segnale di grande attenzione verso il nostro territorio – dice il vicesindaco Roberto Grigoletto – Il sindaco Manildo ha sempre mantenuto un legame importante con l’attuale premier. 
Con Renzi, fin dalla campagna elettorale ha condiviso alcuni importanti obiettivi amministrativi. 
Quando nei mesi scorsi venne a Treviso a sostenere la candidatura di Giovanni a sindaco, l’allora primo cittadino di Firenze lo invitò a recarsi, a sua volta, a Palazzo Vecchio. 
Oggi Renzi ha deciso di venire a Treviso nella sua nuova veste di Capo del governo».
«Attendo Matteo Renzi per le scuole. 
Già che viene, porti anche i fondi per le vittime del maltempo. 
Solo per le scuole servono 1,3 milioni di euro – commenta il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro – Mercoledì sarò ben felice di accompagnare Renzi in tour nelle nostre scuole già che viene. 
Vedrà che nonostante i continui tagli subiti a fatica siamo comunque riusciti a mantenere un ambiente sicuro con alti standard di qualità. 
Vedrà che ci sono Province come la nostra che sanno lavorare bene al servizio della comunità, con risparmio, ma allo stesso tempo efficienza. 
Qui da noi si lavora così». 
«Bene l'idea di Renzi – prosegue – di sbloccare il Patto per l'edilizia scolastica, però ora dimostri di saper fare un passo oltre e sblocchi il patto anche per aiutarci a pagare i danni subiti dal territorio a causa del maltempo. 
Solo parlando di scuole il maltempo ha causato danni per 1,3 milioni di euro».
Tratto da (CLICCA QUI)
image_pdfimage_print