2011.09.23 – AVVISO ALL’O.N.U.

O.N.U. – DIRECTOR GENERAL

Mr. Kassym-Jomart Tokayev

Palais des Nations Avenue de la Paix 8-14, 1211 Geneva 10, Switzerland

 

Ancora una volta siamo a scrivere a questa O.N.U. nel tentativo di avere almeno un cenno di risposta alle nostre legittime istanze.

Se chiedere è lecito e rispondere è cortesia, adesso noi non vogliamo più chiedere.

Siamo dunque a richiamarVi ai Vostri doveri e ad intimare a questa O.N.U. di non ignorare oltre le legittime aspettative del Popolo Veneto.

La vostra condotta, tesa ad ignorare le legittime istanze di questo MLNV vi rende complici dell’occupazione illegale e illegittima dello stato straniero italiano.

Sappiate che non tollereremo ancora per molto l’annessione violenta, razzista e militare dei nostri territori da parte dello stato straniero italiano.

Per questi stessi motivi vi ammoniamo dal persistere col disinteresse fin qui dimostrato riguardo alle legittime istanze di autodeterminazione del Popolo Veneto.

E’ difficile credere che questa O.N.U. non comprenda il presupposto giuridico per cui questo MLNV ha denunciato lo stato straniero occupante italiano e rivendicato l’autodeterminazione del Popolo Veneto.

Non potrebbe esistere un MLNV se non esistesse una Patria da liberare da un’occupazione straniera, in caso contrario non saremmo un Movimento di Liberazione Nazionale ma “insorti” … ma questo non dovremmo essere noi a ricordarlo all’O.N.U. e la sua subdola indifferenza arreca grande offesa al Popolo Veneto.

E’ evidente che la nostra denuncia e il riconoscimento di questo MLNV confermerebbe di fatto l’attuale condizione in cui versa la Repubblica Veneta con i propri territori ancora oggi “annessi” allo stato straniero italiano ma anche che tale occupazione  avvenuta e ancora oggi mantenuta non solo militarmente sostiene una subdola, funzionale e persistente politica razzista e di sfruttamento tesa ad annientare l’identità stessa del Popolo Veneto, ignorando la sua origine millenaria così come la sua cultura, la sua lingua, le sue stesse tradizioni.

Se vi sono impedimenti di altra natura, se vi sono ragioni per le quali questa O.N.U. non può riconoscere il diritto all’autodeterminazione del Popolo Veneto lo dica ora o il suo silenzio sarà per noi la conferma dell’inefficienza e dell’incapacità di rendere effettivi i principi e i valori dell’autodeterminazione dei Popoli… e di fatto questa O.N.U. diverrebbe per noi un’ interlocutore inutile e privo di valore ma non manchevole di effetti sul piano sostanziale.

 

Venetia, venerdì 23 settembre 2011

WSM

Il Presidente del MLNV

Sergio Bortotto

 

 

image_pdfimage_print