EGREGIO AVVOCATO… ITALIANO!

ecco una risposta ad un legale italiano… se insistono, prepariamoci ad uno “scontro frontale” con le autorità d’occupazione straniere italiane… ai veneti collaborazionisti un monito… “attenti risponderete presto delle vostre responsabilità“.
Egregio Avvocato.
Prendo atto delle minacce di procedere al recupero forzoso del presunto credito.
La prego di prendere altrettanto atto della certezza delle gravi conseguenze cui andrà incontro la SV, il suo cliente e quanti porranno in essere qualsiasi attività di tal genere, che per la loro gravità costituiscono atti di aggressione e di guerra contro il MLNV che non riconosce alcuna autorità straniera italiana che occupa la Repubblica Veneta.
La sentenza del giudice straniero italiano cui Lei fa riferimento è priva di effetto giuridico per aver agito in difetto assoluto di giurisdizione e per difetto assoluto di competenza per materia e per territorio, ed è per questo che l’atto è da ritenersi inesistente e privo di efficacia giuridica.
L’insistere in tal senso costituisce violazione dell’ultimatum notificato dal MLNV al governo straniero italiano e all’ONU in data 14.12.2010 e in conseguenza di ciò ogni atto che ne deriverebbe costituirebbe illecito internazionale quale atto di forza e di aggressione contro il MLNV, i suoi appartenenti e i cittadini del Popolo Veneto, nonchè per le violazioni dei fondamentali diritti umani, civili e politici dei Cittadini del Popolo Veneto in totale ed evidente spregio alle stesse norme del “Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici” adottato e aperto alla firma a New York il 19 dicembre 1966, e ratificato dallo stato straniero italiano con legge n. 881/77.
Atteso il principio di responsabilità collettiva, la responsabilità per qualsiasi violazione del diritto internazionale commessa da un qualsiasi organo dello stato straniero occupante italiano si intende estesa all’intera comunità di tale stato e anche allo stesso stato, che possono patire le conseguenze dell’illecito commesso, anche per il diritto di rappresaglia;
per l’effetto, allo stato straniero occupante italiano è estesa pertanto la responsabilità di tali violazioni e di qualsiasi atto di aggressione, di forza e/o di guerra posti in essere per le suddette motivazioni.
L’avviso che lo scrivente quale Presidente del MLNV e cittadino del Popolo Veneto non può, non deve e non vuole sottostare a qualsiasi decisione di un giudice dello stato straniero occupante italiano e che il Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto non può essere soggetto nè assoggettabile alla giurisdizione dello stato straniero occupante italiano.
L’insistere in tal senso costituirà motivo di informativa al Dipartimento di Giustizia – Divisione Federale Investigativa di Polizia Giudiziaria per l’scrizione a ruolo giudiziario, dovendo a tal punto assicurare la S.V. e gli eventuali corresponsabili alla Giustizia Veneta nei modi, tempi e condizioni che saranno ritenute di adottarsi per i provvedimenti indenizzanti e giudiziari del caso.
Ossequi.
Sergio Bortotto Presidente del MLMV
image_pdfimage_print