2011.11.17-“AVVISO-WARNING” ALL’O.N.U.

Spread the love

Il MLNV preso atto dell'arrogante pretesa dello stato stato straniero occupante italiano di ignorare l'ultimatum notificatogli in tempi e termini adeguati per iniziare una collaborativa trattativa per il ritiro pacifico dai territori della Repubblica Veneta che sta occupando illegalmente e illegittimamente, ha inviato una delegazione alla sede O.N.U. di New York con un "AVVERTIMENTO – WARNING" all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e alla Comunità Internazionale tutta, ammonendo che non tollererà oltre la mancanza di un sollecito riscontro alla richiesta di accreditamento di questo MLNV in riscontro dell'inalienabile diritto del Popolo Veneto a ripristinare la totale propria e incondizionata sovranità sulle Terre dell'Amata Serenissima Patria.

In conseguenza di ciò, così come previsto dalle stesse norme del diritto internazionale, essendo elevato il rischio di dover ricorrere alla guerra di liberazione, che questo MLNV ha fino ad ora scongiurato e pazientemente evitata, la costituzione della POLIZIA NAZIONALE VENETA, quale Organo istituzionale, è temporaneamente sospesa per dare avvio al reclutamento, equipaggiamento e addestramento di patrioti e volontari per la costituzione dell'ARMATA DI LIBERAZIONE NAZIONALE che l'ONU e la Comunità Internazionale stessa ha il dovere di sostenere, appoggiare ed assistere come previsto dal diritto internazionale..
Con tale nota è stata inviata anche una lettera aperta del Presidente del MLNV al Segretario Generale delle Nazioni Unite con un doveroso quanto accorato appello che il MLNV fa in nome di tutto il Popolo Veneto affinché non lasci cadere nel vuoto il diritto della Nazione Veneta a tornare libera e sovrana sulla propria Terra.
 

 

LETTERA APERTA AL SEGRETARIO GENERALE O.N.U.

E ALLA COMUNITA' INTERNAZIONALE TUTTA.

 

Repubblica di Venezia, lunedì 21 novembre 2011

 

 

Sig. Segretario.

 

Per oltre un centinaio d’anni lo stato straniero occupante italiano, ha con lucida determinazione, esercitato una precisa quanto efficace azione volta ad indebolire fino a cancellare, anno dopo anno, generazione dopo generazione, il forte senso di appartenenza che era presente nel Popolo Veneto.

Questo naturale sentimento che i Veneti provavano genuinamente e spontaneamente nei confronti di Venezia, poteva rappresentare, visto dall’ottica dello stato occupante sabaudo prima e italiano poi, un pericolo, una minaccia all’unità del Paese.

Nei libri di storia il risorgimento italiano veniva e viene rappresentato tuttora come un periodo in cui dei Popoli sottomessi hanno avuto la possibilità di acquistare la libertà e di affrancarsi dalla tirannia, nella realtà sappiamo che le cose non sono andate così.

Anzi, in quel periodo storico nel territorio della penisola italica si sono perpetuate gravi violazioni dei diritti umani.

Gli Stati preunitari della penisola italica non sono stati liberati dalla tirannia ma conquistati militarmente … questa è l’unica verità inconfutabile.

I Veneti, come altre nobili genti che popolavano Terre della penisola con Stati sovrani e neutrali ai conflitti dell’epoca, erano fieri ed orgogliosi di ciò che erano e tutti a loro modo vantavano una dignitosa ed elevata qualità di vita, se rapportate agli standard dell’epoca.

Nelle scuole italiane l’immensa storia della Repubblica di Venezia, ma anche delle altre popolazioni e delle Nazioni preunitarie, vengono liquidate con poche, striminzite, laconiche righe.

La verità storica sul risorgimento italiano invece è astutamente manipolata.

Un esempio eclatante è l’infame e offensiva ricorrenza dei 150 anni dell’unità d’italia, celebrata quest’anno dallo stato stato straniero occupante.

E’ tale la strumentalizzazione di tale commemorazione che adombra perfino l’evidente contraddizione storica … la presunta e mai avvenuta unità italiana non può risalire al 1861 perché la stessa terza guerra d’indipendenza è stata combattuta nel 1866, ben cinque anni dopo.

A tutti questi Popoli soggiogati militarmente è stata poi negata la propria storia passata e tutt’ora vengono negate molte della verità della storia presente.

Sono verità scomode e imbarazzanti che lo stato straniero italiano non ha alcun interesse che emergano alla luce e per questo viene attuato a seconda delle situazioni e della convenienza del momento un colpevole silenzio o una mistificante e artefatta rappresentazione della storia e della realtà.

Dai libri si apprende che un gruppo di persone acquista dignità di Popolo quando si verificano due condizioni fondamentali, abitare in uno stesso territorio ed avvertire la consapevolezza di appartenere ad un gruppo che si identifica per le origini, tradizioni e cultura comuni.

Nel caso dell’ italia nessuna di queste condizioni si è verificata.

Lo stato straniero italiano, infatti, ha attuato e ancor oggi persevera con una politica colonialista e razzista nei confronti dei Popoli soggiogati militarmente.

Astutamente ha smembrato l’integrità territoriale di Stati preunitari, la cui storia, cultura e tradizioni nulla hanno a che vedere con l’italica rappresentazione odierna.

Con cinica, razzista e reiterata volontà, promossa dalle stesse istituzioni straniere italiane, ancora oggi viene perpetuata una forte discriminazione, negando e impedendo la conoscenza e lo studio stesso della propria storia, l’uso della propria lingua e il rispetto delle tradizioni dei Popoli che hanno fatto grandi le Nazioni degli Stati preunitari.

L’Amor Patrio e l’Identità Nazionale del Popolo Veneto si identifica nelle millenarie radici storiche delle proprie tradizioni, dei propri usi e costumi che sono radicati nel territorio della Patria Veneta e questi sono valori inalienabili, irrinunciabili, incedibili e imprescrittibili per ciascun Popolo.

E’ questo un doveroso quanto accorato appello che il MLNV fa in nome di tutto il Popolo Veneto alla S.V. e alla Comunità Internazionale affinché non lasci cadere nel vuoto il diritto della Nazione Veneta a tornare libera e sovrana sulla propria Terra.

 

Viva San Marco!

Il Presidente del MLNV
Sergio Bortotto

 


 

 Republica de Venexia, venere 18 novembre 2011

 

O.N.U. – SEGRETARIO GENERA>E – New York



e p.c.



AL ASEMBLEA GENERA>E DELE NAXIONI UNIDE
AL CONSEJO DE SICUREXA DELE NAXIONI UNIDE
AI STATI DELA COMUNIDA’ INTERNAXIONA>E

 

AVERTIMENTO

 

El Movimento de >iberaxion Naxiona<e del Popo<o Veneto (MLNV) costituio par volontà de xitadini del Popo<o Veneto el dì de 29 setembre del 2009 ai sensi e par i efeti de <e norme del dirito internaxiona<e

 

RICIAMA’ TUTI I ATI DE STO MLNV

INOLTRAI A LA SEDE O.N.U. DE GINEVRA (CH) E RIGUARDO A

 

     denunxia de ocupaxion, dominaxion e colonixaxion de<a Nazion Veneta da parte de<o stato foresto tajan e rivendicaxion dea sovranità de< Popo<o Veneto fata el 27/09/2010 e deposità ala sede ONU de Ginevra el di de 28 setembre 2010;

 

     ULTIMATUM del 13/12/2010 notificà a<o stato foresto, coloniaista e raxista tajan e a<a sede ONU de Ginevra el di de 14 dicembre 2010;

 

     denunxe dei ati de agrexion, de forxa e de rapresaja fati con insistenxa da<o stato foresto, ocupante tajan doxo sto MLNV, doxo Xitadini de< Popo<o Veneto e doxo <a stesa integrità teritoria<e de<a Republica Veneta, in ciara violaxion de<e rego<e de< dirito internaxiona<e, in tel specifico de< dirito de< Popo<o Veneto a l’autodeterminaxion (jus cogens), e dei fondamenta<i diriti umani, sivi<i e po<iteghi

CONSTATA’

<a mancanxa de un fià de rescontro da parte de sta O.N.U.

 

CIAPA ATO

dea incoxiente inerxia e de l’ingiustificado silenxio de sta ONU in merito ai <egitimi, ina<ienabili, e mai vegnù manco o cance<à diriti de< Popo<o Veneto, in violaxion de<a stesa Carta de l'Organixaxion de<e Naxioni Unide (firmà a San Francisco el di 26 xiugno del 1945 ed entrà in vigor el 24 otobre del 1945) e, par sto motivo,

 

NOTIFEGA e DENUNXIA
a l’Asemb<ea Genera<e de <e Naxioni Unide e a tuta <a Comunidà Internaxiona<e

 

che in mancanxa de un sceto ed efetivo irinunciabi<e esercixio del dirito al’Autodeterminaxion de< Popo<o Veneto, e a <’acreditamento de sto MLNV da parte de sta ONU, se ndrà vanti da so<i a sigar e dir riprestinada <a tota<e sovranità de< Popo<o Veneto sue so Tere de<a Republica de Venexia anca col  lega<e uso de<a forxa e xe necesario scominsiando la GUERA DE LIBERAXION.

Se informa che ai sensi e par i efeti de<e norme de< dirito internaxiona<e sto MLNV scomincxiarà <a costituxion de l’ ARMADA DE LIBERAXION NAXIONA>E con aruo<amento, destramento e equipagiamento de patrioti che sta ONU e <a Comunidà Internaxiona<e dovarà sostegner, apogiar e asistere in tel modo che xe stabiljo da< dirito internaxiona<e steso.

 

 

Viva San Marco!

el Prexidente del MLNV
Sergio Bortotto

 

(nr.12 documenti alegai)



 

Repubblica di Venezia, lunedì 21 novembre 2011

 

O.N.U. – SEGRETARIO GENERALE – New York



e p.c.



ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLE NAZIONI UNITE
AL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELLE NAZIONI UNITE
AGLI STATI DELLA COMUNITA’ INTERNAZIONALE

 

A V V I S O

 

Il Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto (MLNV) costituitosi per volontà di cittadini del Popolo Veneto in data 29 settembre 2009 ai sensi e per gli effetti delle norme del diritto internazionale

 

RICHIAMATI TUTTI GLI ATTI DI QUESTO MLNV

INOLTRATI ALLA SEDE O.N.U. DI GINEVRA (CH) E ATTINENTI A

 

     denuncia di occupazione, dominazione e colonizzazione della Nazione Veneta da parte dello stato straniero italiano e rivendicazione di sovranità del Popolo Veneto del 27/09/2010 e depositata alla sede ONU di Ginevra in data 28 settembre 2010;

 

     ULTIMATUM del 13/12/2010 notificato allo stato straniero colonialista e razzista italiano e alla sede ONU di Ginevra in data 14 dicembre 2010;

 

     denunce degli atti di aggressione, di forza e di rappresaglia ripetutamente posti in essere dallo stato straniero occupante italiano contro questo MLNV, contro Cittadini del Popolo Veneto e contro la stessa integrità territoriale della Repubblica Veneta, in palese violazione delle norme del diritto internazionale, in particolare del diritto del Popolo Veneto all’autodeterminazione (jus cogens), e dei fondamentali diritti umani, civili e politici

 

CONSTATATO

la mancanza di qualsiasi tipo di riscontro da parte di codesta O.N.U.

 

PRENDE ATTO

dell’imprudente inerzia e dell’immotivato silenzio di codesta ONU rispetto ai legittimi, inalienabili, e imprescrittibili diritti del Popolo Veneto, in violazione della stessa Carta dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (firmata a San Francisco il 26 giugno 1945 ed entrata in vigore il 24 ottobre 1945) e, per l’effetto,

 

NOTIFICA e DENUNCIA
all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e a tutta la Comunità Internazionale

 

che in difetto di un’ effettivo irrinunciabile esercizio del diritto all’Autodeterminazione del Popolo Veneto, e all’accreditamento di questo MLNV da parte di codesta ONU, si procederà unilateralmente a dichiarare ripristinata la piena Sovranità del Popolo Veneto sul Territorio della Repubblica di Venezia anche con il legittimo ricorso all’uso della forza e se necessario con l’avvio della GUERRA DI LIBERAZIONE.

Si comunica che ai sensi e per gli effetti delle norme del diritto internazionale questo MLNV procederà alla costituzione dell’ ARMATA DI LIBERAZIONE NAZIONALE con reclutamento, addestramento ed equipaggiamento di patrioti che codesta ONU e Comunità Internazionale vorranno sostenere, appoggiare ed assistere come previsto dal diritto internazionale stesso.

 

 

Viva San Marco!

Il Presidente del MLNV
Sergio Bortotto

 

(nr.12 documenti allegati)



 

Republic of Venice, Friday, November 18, 2011

 

O.N.U. – UNITED NATIONS OFFICE – NEW YORK

 

and for knowledge

 

TO THE GENERAL ASSEMBLY OF THE UNITED STATES

TO THE SECURITY COUNSIL OF THE UNITED STATES

TO THE STATES OF THE INTERNATIONAL COMMUNITY

W A R N I N G

 

The national liberation movement of the venetian people (mlnv) founded, on the 29th of September, for will of the citizens of the Venetian People

 

Recalled all acts of this MLNV

Forwarded to the seat of Ginevra (CH) and related to

 

       denouncement of occupation, domination and colonization of the Venetian Nation from the Italian foreign government and rivendication of the sovereignity of the Venetian people of the 27/09/2010 and deposited to the ONU seat of Ginevra on the 28 December 2010;

 

       ULTIMATUM of the 13/12/2010 notified to the foreign, colonialist, racist  Italian country  and to the Ginevra seat on the 14 December 2010;

 

       Denounces of the aggressions and force acts and of retaliation repeatedly put in place by the foreign and occupant country against this MLNV, against citizens of the Venetian People and against the very integrity of the Venetian Republic, in clear violation of the international rules of law , in particular of the right of self-determination of the Venetian people , and of the fundamental human, civil and political rights.

 

 

FOUND

The lack of every type of reply from this ONU

 

NOTES

The imprudent inertia and the immotivated silence of this ONU towards the legitimate, inalienable and imprescriptible rights of the Venetian people, violating the very Charter of the Organisation of the United Nation ( signed in San Francisco on the 26th June 1945 and entried in force on the 24th October 1945) and, for the effect,

 

NOTIFIES AND DENOUNCES

To the General Assembly of the United Nation and to all the International Community

 

That because of the lack of an irrinouncable and effective exercise of the right of autodetermination of the Venetian People, and of the lack of accreditation to this MLNV from this ONU, that it will proceed unilaterally  to declarate the ripristination of the fully sovereignity of the Venetian People on the territory of the Venetian Republic also with the legitimate use of violence and, if necessary, with the start of the LIBERATION WAR.

It communicates that, under and for the effects of the rules of the International Right, this MLNV will constituate the NATIONAL LIBERATION ARMY with recruitment, training and  equipment of patriots that this ONU and the International Community will sustain, support and assist as expected from the International Right.

 

Viva San Marco!
The President of the del MLNV
Sergio Bortotto

 

 (nr.12 attached documents)

Print Friendly, PDF & Email