FALSA PANDEMIA

2022.10.06 – ATTENZIONE ALLA (FALSA) CONTROINFORMAZIONE

Riportiamo un articolo che vuol informare su come opera il sistema di potere, non quindi per fare pubblicità ad altri canali d’informazione e/o persone, ma per sottolineare invece di diffidare da fantomatiche informazioni che ultimamente circolano in rete che spesso appaiono fantasiose e fantascientifiche.
Attenzione quindi alla controinformazione: non tutto quello che vi raccontano è vero, ci sono disinformatori che con falsa controinformazione “raffigura il potere come più forte di quello che in realtà è, e lo protegge avvolgendolo di una artificiale aura di invincibilità. È l”’arte” della psy-op, ovvero quel depistaggio messo su da ambienti dei servizi che hanno deciso di scatenare una guerra psicologica permanente nei confronti dei dissidenti per farli vivere in uno stato di paura perenne e indurli in qualche modo alla rassegnazione.”
E’ molto plausibile dunque che quanto più ne inventano di fantasiose, tanto più significa che “il sistema sta perdendo la battaglia del pensiero.” La spiegazione più semplice è solitamente quella giusta (“rasoio di Occam”).
Quindi fate attenzione quando condividete certe notizie pensando di avere la verità in tasca.


 

Dal sito “La Cruna dell’Ago” di Cesare Sacchetti:
Il Manifesto e l’allarme sul nostro canale Telegram: le paure del mainstream

 

 

Era un po’ che i media mainstream non si interessavano di questo blog o del nostro canale Telegram che ormai sembra avere tolto il sonno a molti, specialmente dalle parti dello stato profondo “italiano”.

Stavolta a fare una profilazione della rete di profili considerati vicini a Qanon in Italia è il Manifesto, il quotidiano comunista fondato da Lucio Magri e Rossana Rossanda.

C’è da specificare innanzitutto che Qanon non esiste. Si tratta di una invenzione mediatica che deriva da alcuni media del mainstream americano che è stata pedissequamente ripresa da quest’altra sponda dell’atlantico dai media italiani ed europei.

Esiste Q, una sua bacheca e i suoi cosiddetti “drop” che sono delle comunicazioni, a volte in codice, che vengono fatte per dare indizi e tracce a coloro che seguono il movimento di Donald Trump.

L’ipotesi più probabile è che dietro Q ci sia in realtà un gruppo di intelligence militare americano che affianca il presidente da diversi anni. Lo stesso Trump ha rimandato innumerevoli volte a Q e ai suoi scritti attraverso condivisioni sui social. Non è un’entità astratta.

È un fenomeno reale senza il quale è impossibile comprendere quale sia la missione di Trump da quando ha iniziato la sua avventura in politica, e da quando è nato il movimento fondato sul principio di mettere al primo posto l’America e i suoi interessi nazionali, e non quelli di oscuri gruppi di potere che da troppo tempo infestano Washington e le sue istituzioni.

La ragione per la quale i media americani ed italiani definiscono Qanon come Q è probabilmente quella del depistaggio. Attraverso questo falso nome vengono attribuiti fatti e dichiarazioni a Q che in realtà hanno fatto Qanon e i canali che falsamente dichiarano di essere “rappresentanti” di Q quando in realtà sono spesso i primi disinformatori.

È la palude della falsa controinformazione della quale si è parlato in numerose occasioni e che abbiamo denunciato numerose volte perché molto spesso tali infiltrati producono danni persino più rilevanti dei media mainstream.

L’ultimo esempio, tra i numerosissimi che si possono fare a questo proposito, è quello di aver fatto credere che Draghi prima di lasciare palazzo Chigi abbia in qualche modo preparato il terreno ad un ritorno alla sovranità monetaria attraverso una fantomatica riforma della Banca d’Italia che in realtà non c’è mai stata.

Costoro hanno fatto credere che nel nuovo statuto di Bankitalia si fosse messo fine al famigerato divorzio del 1981 attuato dall’allora ministro del Tesoro, Beniamino Andreatta, e l’ex governatore di palazzo Koch, Carlo Azeglio Ciampi.

Nulla di tutto questo è ovviamente accaduto ma il mestiere del disinformatore è appunto quello di confondere le acque e depistare per conto degli apparati dello stato profondo che lo governano e lo retribuiscono per tale opera di mistificazione.

Lo scopo è far apparire come amici i nemici e viceversa in modo da indurre il lettore nella confusione più totale e farlo precipitare paradossalmente a tessere le lodi di coloro che invece egli vorrebbe denunciare e combattere.

Questa parentesi sulla falsa controinformazione era essenziale perché i media mainstream quando fanno le loro profilazioni mischiano giornalisti che non rispondono al sistema ad altri elementi manovrati dal sistema stesso, per far credere che i primi abbiano qualcosa a che spartire con i secondi.

Per poter distinguere i primi dai secondi, il lettore deve fare un esercizio di verifica dei contenuti messi in circolo da entrambi e metterli a confronto in modo da avere un’idea chiara di chi ha costantemente fabbricato montature quali quella di Draghi “sovranista” oppure quella del certificato verde che sarebbe stato prorogato di 3 anni a marzo scorso.

Oppure ancora quella del fantomatico arrivo dei Black block a Trieste che sarebbero dovuti giungere lo scorso ottobre nel capoluogo friulano per sabotare le proteste dei portuali che stavano facendo davvero paura al governo Draghi.

E ancora si potrebbe citare a questo riguardo il caso Biscardi dello scorso gennaio, quando purtroppo in completa solitudine denunciammo come si stesse facendo passare un noto truffatore per un ricercatore scientifico e di come si stesse cercando di far credere che tale personaggio fosse stato ucciso per via delle sue “ricerche” sui sieri.

In quel caso, l’apparato della disinformazione aveva ricevuto il compito di far credere, falsamente, che chi parlava dei danni dei sieri veniva eliminato perché scomodo.

È l’”arte” della psy-op, ovvero quel depistaggio messo su da ambienti dei servizi che in questo caso hanno deciso di scatenare una guerra psicologica permanente nei confronti dei dissidenti per farli vivere in uno stato di paura perenne e indurli in qualche modo alla rassegnazione.

Attraverso tale tecnica si raffigura il potere come più forte di quello che in realtà è, e lo si protegge avvolgendolo di una artificiale aura di “invincibilità”.

A questo punto, c’è abbastanza carne al fuoco da far comprendere al lettore quali sono le tecniche dei depistatori e come riconoscerli.

Tornando all’articolo del Manifesto, stavolta non si ravvedono i toni irrisori e diffamatori dei precedenti articoli del mainstream contro di noi. Non c’è la falsificazione vista con Newsguard, una società vicina ad ambienti sorosiani, e non c’è il fango e le menzogne, scritte anche in maniera ridicola, della versione italiana della rivista americana Rolling Stones, già nota per aver fabbricato clamorose storie false su ospedali congestionati da pazienti che avevano preso la ivermectina, il farmaco usato da Trump per trattare l’influenza COVID.

Stavolta si ravvedono dei toni più asciutti e formali di quelli di chi vuole fare una fredda analisi statistica di quei canali che sono diventati una vera e propria spina nel fianco nei confronti di determinati poteri.

E stando a quello che scrive il quotidiano comunista sul podio ci sarebbe proprio il nostro canale.

Questo è il ritratto che il Manifesto fa di noi.

Unico fra tutti coloro che hanno sposato le teorie di Q a produrre quasi esclusivamente contenuti originali (nell’ordine di decine di post al giorno sugli argomenti più svariati, dalla pandemia alla guerra in Ucraina, oltre ad avere un suo blog anche in inglese), dai dati emerge che il suo canale Telegram (63.505 iscritti) è il più ripostato in tutto il network italiano – non solo quello Q – preso in analisi dal database, con un margine quasi di 2 a 1.

Due post di Sacchetti in cui insinuava che Mario Draghi fosse gravemente malato – che gli sono valsi lo scorso gennaio una perquisizione da parte della Digos – hanno rispettivamente 99.000 e più di 43.000 visualizzazioni – e hanno circolato non solo su canali Q come Qanon Italia e Italian Patriots ma anche su gruppi come Esercenti no green Pass e Italia Costituzionale no green pass.”

Ci sembra di capire quindi che il Manifesto ha commissionato o si è servito di un’analisi statistica per giungere alla conclusione che il nostro canale Telegram è in effetti il più popolare tra quelli presenti su questa piattaforma in Italia.

L’articolo del quotidiano poi prosegue scrivendo che “Sacchetti è in top ten fra i più ripostati sia che si parli di Qanon, di elezioni o di Covid, mentre è in assoluto il più condiviso in materia di guerra in Ucraina.”

Ciò suggerisce che il mainstream che ha in un primo momento adottato le tecniche del discredito per provare, invano, a squalificarci sia seriamente preoccupato.

Il blog e il canale sono evidentemente diventati un punto di riferimento per molte persone che da tempo hanno smesso di leggere i media mainstream e che diffidano al tempo stesso della palude della falsa controinformazione che infesta lo stesso Telegram.

Ciò pare che susciti irritazione perché quando non si è padroni del flusso delle notizie non si riesce a controllare le menti come vorrebbe il potere. E quando questa condizione si verifica, ciò vuol dire che quel potere ha perduto la leva del suo controllo. Quella che le consentiva di far dire e pensare ciò che si vuole anche ai dissidenti attraverso la citata rete di depistatori e disinformatori.

Sono gli uomini del mainstream stesso ad ammettere, a malincuore, che ciò che facciamo ha caratteristiche diverse dagli altri e, che piaccia o meno, sono queste caratteristiche – a mio modesto parere di serietà e metodo nelle analisi delle notizie – che, a quanto pare, preoccupano e non poco i proprietari dei mezzi di comunicazione.

Ciò porta alla conclusione precedente, ovvero quella che il sistema sta perdendo la battaglia del pensiero.

Per la prima volta dalla fine della farsa pandemica, è emerso quindi un elemento nuovo e incontestabile. Il potere ha paura perché i mezzi che assicuravano la sua esistenza sono divenuti ininfluenti.

Più semplicemente, c’è una larga parte di persone che non crede più al sistema e queste persone stanno andando laddove proprio il sistema non vuole che esse vadano.

Così come tramonta il potere finanziario che aveva voluto la globalizzazione, così tramonta tutta la macchina di propaganda che questo aveva messo in moto.

 

(tratto da qui)

2022.09.14 – IL GENERALE FRANCESE CHRISTIAN BLANCHON RENDE OMAGGIO AI NON VACCINATI

Il generale francese Christian Blanchon ha pubblicato sulla stampa francese un messaggio per rendere omaggio ai non vaccinati.
Lo riportiamo per voi:
“Sono lì, al tuo fianco, sembrano normali, ma sono supereroi.
Anche se fossi completamente vaccinato, ammirerei i non vaccinati per aver resistito alla più grande pressione che abbia mai visto, anche da parte di coniugi, genitori, figli, amici, colleghi e medici.
Le persone che sono state capaci di tale personalità, di tale coraggio e di tale capacità critica incarnano senza dubbio il meglio dell’umanità.
Si trovano ovunque, in tutte le età, livelli di istruzione, paesi e opinioni.
Sono di un tipo particolare; questi sono i soldati che ogni esercito di luce desidera avere nei suoi ranghi.
Sono i genitori che ogni bambino desidera avere e i figli che ogni genitore sogna di avere.
Sono esseri al di sopra della media delle loro società, sono l’essenza dei popoli che hanno costruito tutte le culture e conquistato orizzonti.
Sono lì, al tuo fianco, sembrano normali, ma sono dei supereroi.
Hanno fatto quello che gli altri non potevano fare, sono stati l’albero che ha resistito all’uragano degli insulti, delle discriminazioni e dell’esclusione sociale.
E lo hanno fatto perché pensavano di essere soli e credevano di essere soli.
Esclusi dalle tavole di Natale delle loro famiglie, non hanno mai visto niente di così crudele.
Hanno perso il lavoro, hanno lasciato che le loro carriere affondassero, non avevano più soldi… ma non gli importava.
Hanno subito incommensurabili discriminazioni, denunce, tradimenti e umiliazioni… ma hanno continuato nella loro determinazione.
Mai prima d’ora nell’umanità c’è stato un tale casting, ora sappiamo chi sono i resistenti sul pianeta Terra.
Donne, uomini, vecchi, giovani, ricchi, poveri, di tutte le razze e di tutte le religioni, i non vaccinati, gli eletti dell’arca invisibile, gli unici che sono riusciti a resistere quando tutto è crollato.
Sei tu, hai superato una prova inimmaginabile che molti dei marines, commando, berretti verdi, astronauti e geni più duri non sono riusciti a superare.
Sei fatto della stoffa dei più grandi mai vissuti, quegli eroi nati tra uomini comuni che brillano nell’oscurità”.

Christian Blanchon, generale dell’esercito francese

Fonte: https://www.profession-gendarme.com/le-message-du-general-christian-blanchon-rendant-hommage-aux-non-vaccines/
Leggi le ultime notizie su www.presskit.it
Può interessarti anche:mMezzo milione di docenti non vaccinati costretti a lavorare nello “sgabuzzino”, partono i ricorsi
Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it
Seguici su Telegram https://t.me/presskit

TRATTO DA QUI

2022.09.12 – AUTISTI E PASSEGGERI DI BUS E CORRIERE SENZA MASCHERINA: 21 MULTATI DAI CARABINIERI

Siamo alle solite.
Per i carabinieri italiani, il difetto assoluto di giurisdizione in cui operano, sui nostri territori, non esiste.
Loro sono l’arma dei carabineri e la legge è legge.
Appunto, direi io, la Legge è Legge e va rispettata e applicata da tutti, forze dell’ordine italiane comprese.
Quale Presidente del Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto e del Governo Veneto Provvisorio, istituito dal MLNV ai sensi e per gli effetti  dell’art.96.3 del Primo Protocollo Addizionale (1977) alle Convenzioni di Ginevra del 1949, reclamo che lo stato italiano rispetti il diritto al riconoscimento della personalità giuridica di ogni Cittadino del Popolo Veneto.
Il diritto all’autodeterminazione è una norma ius cogens, cioè diritto inderogabile, un principio supremo e irrinunciabile del diritto internazionale, per cui non può essere derogato mediante convenzione internazionale.
Come tutto il diritto internazionale, il principio di autodeterminazione è stato anche ratificato dallo stato italiano con la legge nr.881/1977.
Nell’ordinamento italiano il principio vale come legge dello Stato che prevale sul diritto interno (Cass. pen. 21-3 1975).
Non si sottovaluti che nel settore dell’uso della forza, l’affermazione del principio di autodeterminazione, ha ampliato la portata del divieto di cui all’art.2 par.4 della Carta delle Nazioni Unite, proibendo agli stati di ricorrere anche alla sola minaccia oltre che all’uso della forza contro i Popoli che invocano il diritto all’ autodeterminazione … e di violazioni in tal senso ne sono state compiute molte dalle autorità italiane pur agendo in difetto assoluto di giurisdizione.
Noi Veneti, non siamo mai diventati italiani e nessuno ci può imporre una nazionalità e una cittadinanza che non ci appartiene anche perché è una violazione dell’art.15 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (firmata a Parigi il 10 dicembre 1948 e la cui redazione fu promossa dalle Nazioni Unite perché avesse applicazione in tutti gli stati membri).

WSM
Venetia 12 settembre 2022
Sergio Bortotto
Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio


ecco l’articolo pubblicatgo da TREVISOTODAY:

Nei giorni scorsi i controlli straordinari dei militari del nucleo Nas di Treviso: dodici le persone sanzionate nella Marca, sette in provincia di Venezia e due nel bellunese.

Complessivamente sono state 8.400 euro l’ammmontare delle multa inflitte

Controlli straordinari nei giorni scorsi da parte dei carabinieri del nucleo Nas di Treviso nella Marca, ma anche nelle province di Venezia e Belluno, per verificare il rispetto della norma riguardante l’utilizzo delle mascherine FFP2 a bordo dei mezzi del trasporto pubblico. Sono stati monitorati almeno una cinquantina di bus presso le principali fermate dei servizi di trasporto: nei capoluoghi di provincia ma anche a Montebelluna, Oderzo, Feltre e San Donà di Piave. In tutto sono state contestate 21 violazioni amministrative (due nel veneziano, sette nel bellunese e 12 in provincia di Treviso) nei confronti di passeggeri di bus o corriere (tra cui otto minorenni) e cinque autisti, che si trovavano a bordo senza mascherina. In tutto l’ammontare complessivo delle sanzioni è di 8.400 euro. Le verifiche proseguiranno anche nei prossimi giorni, in Veneto così come in tutta Italia

Gli interventi, condotti dai militari dei Nas con i Carabinieri dell’Arma territoriale, hanno riguardato in tutto il Paese ben 3.058 veicoli adibiti al trasporto, tra autobus urbani ed extraurbani (65%), metropolitane (12%), collegamenti ferroviari locali e di navigazione (23%), interessando la verifica di oltre 30 mila utenti a bordo degli stessi. Sono state contestate 203 violazioni amministrative nei confronti di utenti ed autisti, che si trovavano a bordo privi di mascherina o in assenza di idonea mascherina filtrante (FFP2 o classe superiore), per un ammontare complessivo di 81 mila euro di sanzioni.

Le verifiche hanno fatto emergere due aspetti rilevanti: la presenza di 11 autisti e guidatori dei mezzi che svolgevano il proprio incarico senza indossare la prevista mascherina, nonostante il ruolo svolto come operatore di un servizio pubblico; l’accertamento di 31 minori, pari al 15% delle persone sanzionate, risultati privi di mascherina, incuranti della normativa e del rispetto a favore della collettività al fine di ridurre il rischio di contagio.

clicca qui per leggere l’articolo su TREVISOTODAY

2022.09.07 – PUTIN: SANZIONI MINACCIA PER IL MONDO, IMPOSSIBILE ISOLARE RUSSIA

Roma, 7 set. (askanews) – Ci sono stati “cambiamenti tettonici irreversibili” nel sistema delle relazioni internazionali e l’asse della crescita economica e tecnologica si è spostato verso l’Asia-Pacifico, ha detto il presidente russo Vladimir Putin parlando a Vladivostok all’Eastern Economic Forum, mentre la guerra in Ucraina ha deteriorato i rapporti con l’Occidente ed è in corso un duro conflitto sul gas con l’Europa. Il Presidente russo ha denunciato la “febbre delle sanzioni” che “minaccia il mondo intero”.

“La pandemia è stata sostituita da altre sfide, anch’esse di natura globale, che minacciano il mondo intero.

Mi riferisco alla febbre sanzionatoria dell’Occidente, ai suoi palesi tentativi aggressivi di imporre modelli di comportamento ad altri Paesi, di privarli della loro sovranità e di piegarli alla sua volontà”.

Putin ha poi avvertito: “Per quanto alcuni vorrebbero isolare la Russia, farlo, come abbiamo sempre detto, è impossibile”. Inoltre, Putin ha accusato l’Occidente di essere responsabile di una catastrofe umanitaria senza precedenti, dirottando la gran parte del grano ucraino sui propri mercati e non in Africa.

Anticipando l’intenzione di discuterne con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che è stato garante dell’accordo che ha portato a un parziale sblocco dei porti ucraini per l’export di grano.

2022.09.05 – CI HANNO TOLTO IL DIRITTO DI VIVERE …

Quelli che ci hanno imposto restrizioni e terapie sperimentali sono gli stessi che utilizzano lo scontro in Ucraina e la balcanizzazione dell’Africa per arrivare a distruggere le economie nazioni così da poter toglierci il diritto di vivere.
Schwab è a capo di questo piano: è uno psicopatico che da ordini ai nostri governi.
La democrazia non esiste più e tutto quello che dico è verificabile. Non sto inventando niente. Mohamed Konarè, leader del movimento panafricanista, torna a far tuonare la sua voce in un video per gli Italiani.
Come sempre, solo attraverso il blog MePiù.

Sostieni il nostro lavoro https://mepiu.it/sostieni

2022.08.11 – NOI VE LO AVEVAMO DETTO

Ciao attento lettore di infobox!
Grazie a Debora Del Francia che mi ha concesso di usare la sua voce sulla lettura dei documenti.
Seguitela su Telegram per aggiornamenti ed informazioni utili https://t.me/debora_del_francia94
L’articolo citato della rivista Nature
https://www.nature.com/articles/s4159…
Panorama
https://www.panorama.it/amp/vaccino-f…
Per scaricare tutti i documenti presenti nel video e molto di più

https://www.icandecide.org/pfizer/ oppure
https://t.me/debora_del_francia94
vi basterà andare nella sezione file o fare voi stessi una ricerca sul sito ufficiale dei produttori (non siate pigri,partite da pagina 6 per trovare la parte che ha letto Debora)

https://investors.biontech.de/node/11…
ENJOY Seguimi anche su:
✔ INSTAGRAM:
https://www.instagram.com/my_little_c…
✔ TELEGRAM CANALE:
https://t.me/+LGP_rLYwamQ0YzM0
✔NUMERO6:
https://numero6.org?aff=mylittlecrocodile
✔PER CONTATTI: mylittlecrocodile@email.it

 

 

2022.08.10 – RELAZIONE TRA COVID-19 E ESPOSIZIONE RADIAZIONI RADIOFREQUENZA COMUNICAZIONI WIRELESS INCLUSO 5G

VIDEO INCHIESTA:
RELAZIONE TRA COVID-19 E ESPOSIZIONE RADIAZIONI RADIOFREQUENZA COMUNICAZIONI WIRELESS INCLUSO
5G

Gli autori Beverly Rubik e Robert R. Brown hanno iniziato presentando un precedente studio pubblicato nel maggio 2020 che mostra una «correlazione statisticamente significativa tra l’intensità delle radiazioni a radiofrequenza e la mortalità da SARS-CoV-2 in 31 paesi in tutto il mondo», in aggiunta un precedente studio statunitense aveva evidenziato che le aree con tecnologia 5G avevano tassi di mortalità e casi di COVID-19 significativamente più alti, indipendentemente dalla densità della popolazione, dalla qualità dell’aria e dalla latitudine.
Un cittadino informato, non può essere fregato!

Fonte clicca e scarica i documenti ufficali non divulgati dai politici, giornalisti ed altri lacchè dei poteri forti!

Articoli correlati

VIDEO INCHIESTA: RELAZIONE TRA COVID-19 E ESPOSIZIONE RADIAZIONI RADIOFREQUENZA COMUNICAZIONI WIRELESS INCLUSO 5G

 

2022.08.08 – LA TECNOLOGIA DI NEUROMODULAZIONE BASATA SUL GRAFENE È REALE

Database Italia

il comunicato stampa di INBRAIN Neuroelectronics descrive i biocircuiti che controllano il cervello utilizzando il grafene

Con un numero crescente di persone che vengono a conoscenza dell’identificazione dell’ossido di grafene nei vaccini covid, una società chiamata INBRAIN Neuroelectronics dimostra che la tecnologia di “neuromodulazione” basata sul grafene che utilizza la neuroelettronica alimentata dall’intelligenza artificiale è molto reale. Un comunicato stampa del 30 marzo 2021 pubblicato da BusinessWire.com rivela la storia:

INBRAIN Neuroelectronics ottiene 17 milioni di dollari in un finanziamento per la prima interfaccia grafene-cervello basata sull’intelligenza artificiale

Il finanziamento consente all’azienda di portare avanti gli studi sull’uomo per il suo prodotto di punta, un dispositivo di neuromodulazione meno invasivo per il trattamento di condizioni neurologiche utilizzando l’intelligenza artificiale e gli elettrodi di grafene.

Per essere chiari, non stiamo in alcun modo affermando che INBRAIN sia coinvolto nei vaccini covid. Piuttosto, affermano che la loro tecnologia viene utilizzata “per il trattamento dell’epilessia e del morbo di Parkinson”.

Lo scopo di coprire INBRAIN è rivelare che i “biocircuiti” di controllo del cervello basati sul grafene sono, in effetti, una tecnologia molto reale. I cosiddetti “controllori dei fatti” – che non sono altro che spacciatori di propaganda di disinformazione – affermano abitualmente che il grafene non si trova nei vaccini e che i biocircuiti di grafene sono una teoria della cospirazione.

INBRAIN Neuroelectronics dimostra che i fact checker mentono

Leggi anche: Le analisi confermano la presenza di nanoparticelle di grafene [VIDEO] nei sieri Covid

Infatti, come afferma INBRAIN nel proprio comunicato stampa, “mirano a stabilire la sicurezza del grafene come il nuovo standard di cura per i dispositivi neurotecnologici”.

Tecnologie neuroelettroniche meno invasive e più intelligenti come la nostra potrebbero fornire terapie più sicure, aggiornabili e adattabili in tempo reale… Se questo suona familiare, è probabilmente perché Moderna, creatore del vaccino covid mRNA, ha descritto la sua tecnologia come un “sistema operativo”. ” che può anche essere aggiornato e riprogrammato in qualsiasi momento.

Approfondimento: IL “SISTEMA OPERATIVO” DI MODERNA PER IL BIO-HACKING

Sul sito web INBRAIN Neuroelectronics , l’azienda si descrive così: Siamo scienziati, medici, tecnici e amanti dell’umanità, con la missione di costruire interfacce neuroelettroniche per curare i disturbi cerebrali. Usiamo GRAPHENE, il materiale più sottile conosciuto dall’uomo per costruire la nuova generazione di interfacce neurali per il ripristino del cervello per aiutare i pazienti di tutto il mondo. Inoltre tranquillizza il Prof. A. Fasano, dicendo: “Il grafene è la prossima grande novità nei materiali di bioingegneria, che sono componenti fondamentali per la prossima generazione di elettroterapie nel campo in costante crescita della neuromodulazione”.

L’azienda evidenzia che la sua tecnologia è in grado di “leggere” il cervello di una persona, rilevare modelli neurologici specifici e quindi controllare la neurologia di quella persona per alterare la sua funzione cerebrale.

Con le loro stesse parole: le nostre interfacce grafene-cervello hanno la capacità di leggere a una risoluzione mai vista prima, oltre a rilevare biomarcatori specifici della terapia e attivare una neuromodulazione adattiva altamente focale per risultati migliori nelle terapie neurologiche personalizzate.

Il grafene è ulteriormente descritto come “il materiale più sottile conosciuto per adattare perfettamente la stimolazione all’anatomia cerebrale mirata”. Chiunque dica che il grafene non viene utilizzato per controllare la neurologia umana o ignora completamente lo stato della neuroscienza moderna o mente deliberatamente.

Per chiarire ancora una volta, non stiamo affermando che INBRAIN Neuroelectronics sia impegnata in alcun tipo di programma nefasto, né che sia coinvolta nei vaccini covid. Come per ogni tecnologia, i biocircuiti a base di grafene possono essere utilizzati sia per il bene che per il male, a seconda dell’etica e delle motivazioni di chi controlla la tecnologia. Ci sono senza dubbio applicazioni molto positive per questa tecnologia, ma come con la maggior parte delle tecnologie che una volta erano propagandate come responsabili dell’umanità – televisione, vaccini, Internet, energia nucleare, robotica, ecc. – finiscono tutte nelle mani di pazzi, globalisti genocidi che li brandiscono come armi contro l’umanità.

Approfondimento: FINO A CHE PUNTO CI RENDIAMO CONTO DI QUANTO BILL GATES SIA PERICOLOSAMENTE PAZZO?

In altre parole, non c’è tecnologia che i pazzi non sfruttino per schiavizzare l’umanità e aumentare il proprio potere e controllo. I biocircuiti al grafene danno ai pazzi assetati di potere un accesso diretto al cervello e, secondo molti analisti (vedi sotto), i vaccini forniscono la scusa per iniettare alle vittime umane sostanze a base di grafene che si autoassemblano in biocircuiti nel cervello umano.

Leggi anche:
– L’operazione Coronavirus va di pari passo con l’agenda nanotecnologica
– FOLLOW THE MONEY: NANOTECNOLOGIE PER IL COVID-19 – UN’EDIZIONE DEL 2020 ANALIZZA IL…
– L’idrogel magnetico potrebbe spiegare il fenomeno del magnete Vax COVID?
– RILASCIO ACCIDENTALE DI DOCUMENTI: CONTROLLO MENTALE REMOTO COLLEGATO ALLA MAPPATURA DEL CERVELLO DI…
– Conferenza del dottor Charles Morgan all’Accademia militare di West Point: controllo remoto…

DICHIARAZIONE: I vaccini Covid contengono alti livelli di ossido di grafene, che viene autoassemblato in biocircuiti raccogliendo elementi (come il ferro) dal sangue umano

Come riportato in precedenza, un gruppo chiamato La Quinta Columna ha analizzato i vaccini covid e ha scoperto che dal 98% al 99% della massa non liquida nel vaccino sembra essere ossido di grafene.

Ricardo Delgado, parlando per La Quinta Columna, dice: Un fenomeno che per molto tempo è stato negato, ma oggi è già stato dimostrato. Ci sono milioni di video di persone che vanno in giro per il mondo. Video su questo fenomeno di, chiamiamolo ‘pseudomagnetismo acquisito dopo l’inoculazione‘, ma può essere acquisito anche attraverso altri modi. Quindi, una volta condotto quello studio epidemiologico di base, abbiamo iniziato a chiederci quali materiali o nanomateriali possono causare il magnetismo nel corpo. E non solo magnetismo, ma che potrebbe fungere da condensatore di energia, perché ho anche misurato in un multimetro una carica importante…Si tratta di un fenomeno di induzione elettromagnetica nel metallo che aderisce in prossimità dell’area di inoculazione. Inoltre, abbiamo scoperto che il magnetismo si sposta poi verso la testa. E questo è molto importante. Sicuramente per lo scopo che possono cercare. Inoltre, una differenza di potenziale viene misurata con un multimetro: la persona diventa un superconduttore. Cioè, emette e riceve segnali. E quando abbiamo trovato i materiali che possono causare questo tipo di alterazioni nel corpo, abbiamo iniziato a parlare di grafene. Sospettavamo che fosse ossido di grafene poiché aveva tutte le caratteristiche che le persone magnetizzate esprimevano dopo l’inoculazione. Il grafene è tossico, è una sostanza chimica, un agente chimico tossico. Introdotto nell’organismo in grandi quantità, provoca trombi. Causa coaguli di sangue. Abbiamo tutti gli articoli scientifici per sostenerlo. Provoca sindrome post infiammatoria, provoca alterazione del sistema immunitario. E quando l’equilibrio redox è rotto, nel senso che c’è meno glutatione di riserva del corpo rispetto a una tossina introdotto come l’ossido di grafene, si genera un collasso del sistema immunitario e una tempesta di citochine. In altre parole, qualcosa di molto simile alla malattia di moda, no? 

Guarda il video qui: Brighteon.com/eaff4c87-eb1d-4abd-9f6e-6edeebe6fe59

Delgado prosegue affermando: E dato che tutte le persone a cui viene inoculato il vaccino Pfizer, che è stato quello che abbiamo inviato per l’analisi, così come Moderna, AstraZeneca, Johnson&Johnson, Janssen, Sinovac e tutti i tipi di vaccini acquisiscono proprietà magnetiche , sospettiamo con molte indicazioni che contengano tutti più o meno dosi di grafene, di ossido di grafene. …sappiamo che proprio la N-acetilcisteina o il glutatione stesso degradano l’ossido di grafene. Questo è il motivo per cui pensiamo di aver colpito direttamente l’agente causale o eziologico della malattia.

Tratterò maggiori dettagli su questa nanotecnologia esotica, comprese le nanostrutture di biocircuiti di grafene “autoassemblanti”, e come queste potrebbero costruire un’antenna per ricevere comandi o istruzioni da campi elettromagnetici esterni. Se questo è ciò che sta accadendo, significa che i governi globali potrebbero essere in grado di controllare le masse vaccinate trasmettendo segnali dalle torri cellulari 5G.

Leggi anche: Nuovo studio rivela la possibile correlazione tra 5G e diffusione del Covid19 nelle cellule.

Sebbene sembri fantascienza, questa tecnologia è già stata dimostrata in esperimenti sui topi, coinvolgendo sia SPION (nanoparticelle di ossido di ferro super paramagnetico) per la somministrazione mirata di farmaci nei tessuti , sia proteine ​​”magneto” che ottengono la neuromodulazione(controllo cerebrale). Presto discuteremo anche dei tunnel sotterranei e delle città / basi sotterranee di Elon Musk, nonché del motivo per cui penso che i globalisti siano a conoscenza di un evento a livello di estinzione che minaccia la stessa sopravvivenza della civiltà umana.

2022.08.08 – L’ARMA DEL DELITTO DI FAUCI

L’arma del delitto di Fauci dispiegata contro 5 miliardi di esseri umani fiduciosi: l’idrossido di grafene

Ho raccolto tutte le prove che abbiamo in questo articolo che dimostrano che l’ossido di grafene, l’idrossido di grafene e altre varianti di grafene vengono in effetti iniettate nelle persone dai governi e da Big Pharma.
Questa prova è stata scoperta e dimostrata già numerose volte da gruppi di ricerca indipendenti, scienziati, informatori biotecnologici e dai pochi giornalisti etici rimasti.
C’è uno sforzo concertato da parte dei “fact checker” finanziati dal cartello farmaceutico, delle piattaforme Big Tech e dei media mainstream, per nascondere le prove e diffamare le persone che portano queste informazioni alla luce.
E noi ne sappiamo qualcosa.
Una volta esaminate le prove fornite qui, è necessario agire per la sicurezza tua e dellea tua famiglia.
Servire tutti i criminali di guerra che partecipano a questo programma di “vaccinazione” COVID con un  avviso di responsabilità  per gli omicidi che stanno commettendo.
Questa è un’azione definitiva che chiunque può intraprendere, in tutto il mondo.
Gli avvisi sono già stati redatti dai team legali, quindi perché non usarli e lasciare che i nostri nemici vadano sulla difensiva?! I criminali saranno ricordati nei processi di Norimberga e informati che saranno assicurati alla giustizia.
Devono cessare e desistere dall’agire consapevolmente e intenzionalmente nell’ordinare la profusione dei mortali “vaccini” e nel far rispettare il ricatto e l’estorsione.
Le prove del pericolo sono chiare e le morti sono state provate. Chiunque amministri o ordini questi mortali “vaccini” lo fa senza il consenso informato.

Le prove

Il 2 novembre, un eminente professore dell’Università di Almeria, il  dottor Pablo Campra , ha  rivelato di aver rilevato il  grafene in più fiale di “vaccino” Covid-19, utilizzando la spettroscopia Micro-Raman.
Il rapporto dell’Università di Almeria del Dr. Campra  ha  dimostrato la rilevazione di grafene e ossido di grafene in 8 campioni di vari produttori di “vaccini”.
In risposta, il  Dr. Andreas Noack ha  rilasciato un feroce video commentando il rapporto del Dr. Campra. Il Dr. Noack è un chimico e il principale esperto mondiale di ingegneria del carbone attivo e GRAPHENE.
Il dottor Noack ha svolto la sua tesi di dottorato su come trasformare l’ossido di grafene in idrossido di grafene.

Leggi anche: LA TECNOLOGIA DI NEUROMODULAZIONE BASATA SUL GRAFENE È REALE: il comunicato stampa di INBRAIN Neuroelectronics descrive i biocircuiti che controllano il cervello utilizzando il grafene

Il video è di fondamentale importanza.
Il Dr. Noack ha scoperto che due delle bande di frequenza rilevate dal Dr. Campra erano di idrossido di grafene .
L’idrossido di grafene (GHO) è un carbone attivo monostrato , lungo 50 nm e spesso 0,1 nm (uno strato di atomo).
Pertanto,  le iniezioni contengono nano-lamette di eccezionale stabilità, che non sono biodegradabili (un fatto che ogni chimico sa).
In effetti, queste nano-lamette tagliano e distruggono il cuore, il cervello e il sistema cardiovascolare.
Le cellule epiteliali diventano ruvide, quindi le cose si attaccano a loro.
Dice che i tossicologi non possono trovarli in una capsula di Petri con i metodi normali poiché non si muovono e non si aspettano di scoprire lame di rasoio di dimensioni nanometriche. Inoltre, qualsiasi medico che li inietta con la conoscenza di questo problema, è un assassino.
L’idrossido di grafene è un nuovo materiale e i tossicologi non ne sono ancora a conoscenza. Questo è il motivo per cui le persone muoiono a causa di questi sieri letali, in particolare gli atleti,  spiega il dott. Noack.
Questo è un “veleno altamente intelligente”.
La cosa ancora più orribile è che se esegui un’autopsia non troverai nulla. Questa  arma segreta  è ancora irreperibile dopo la morte. Le nano-lame di idrossido di grafene provocano il dissanguamento interno delle persone.
“Anche se le persone non muoiono immediatamente, a poco a poco si tagliano i vasi sanguigni… posso dire da chimico che siamo assolutamente certi che l’idrossido di grafene sia lì dentro… da chimico, se lo inietti nel sangue, sai di essere un assassino”.https://www.bitchute.com/embed/Ervbi96YgrzG/


Il dottor Noack è stato ucciso pochi giorni dopo aver rilasciato questo video.
La compagna Ci supplica di avere il coraggio di CREDERE e di AGIRE ORA per esporre tutto questo! Ha detto che suo marito è un’anima gentile e ha fatto questo per noi, è morto per tutti noi.
Ci sono alcune voci diffuse per distrarti e confonderti riguardo al suo sospetto omicidio e i media mainstream sono sempre silenziosi, ma ecco alcune  prove aggiuntive  che è stato ucciso.
La moglie del dottor Noack ha appena  rilasciato un aggiornamento  dicendo che crede che sia stato attaccato da un raggio di radiazioni.
Invia subito questo video e il mio articolo a tutti i medici, esperti e leader mondiali.
I governi stanno già iniettando a bambini di 5 anni i sieri mortali di Pharma contenenti rasoi di idrossido di grafene.

Articoli correlati

L’anno scorso la polizia austriaca ha sfondato la porta del dottor Noack e lo ha arrestato nel tentativo di impedirgli di parlare.
L’  incidente è stato registrato  dalla telecamera.
Era chiaramente un bersaglio.
Il dottor Pablo Campra è stato il  primo a dedurre  che il siero Pfizer contiene scaglie di ossido di grafene utilizzando la microscopia elettronica a trasmissione nel luglio 2021.
Le sue tecniche di rilevamento includevano anche la spettroscopia a infrarossi combinata con la microscopia ottica.
Prima della scoperta del Dr. Campra, un altro gruppo di ricerca spagnolo chiamato La Quinta Columna, ha rilasciato la sua scoperta a giugno, che i sieri COVID in tutte le loro varianti, AstraZeneca, Pfizer, Moderna, Sinovac, Janssen, Johnson & Johnson, ecc., contengono un dose considerevole di nanoparticelle di ossido di grafene,  riportata da Database Italia .
Il dottor Ricardo Delgado,  biostatistico e fondatore di La Quinta Columna, ha scoperto che il  99% del contenuto di Pfizer  è ossido di grafene.
La sua squadra è stata diffamata da fact checker che non hanno fornito alcuna prova delle loro affermazioni diffamatorie.
Nell’ articolo intitolato ” Graphene Oxide The Vector For Covid-19 Democide “, viene spiegato il processo chimico coinvolto nella riduzione dell’ossido di grafene in un  siero liquido trasparente  riducendo il suo contenuto di ossigeno. In questo modo, l’ossido di grafene ridotto (RGO) è  più letale .
Quindi sì, è scientificamente possibile che i sieri COVID possano essere ossido di grafene al 99%.
Il team del Dr. Delgado ha  pubblicato un rapporto scientifico  della loro analisi di microscopia ottica ed  elettronica che  mostra che l’ossido di grafene è stato trovato in quattro “vaccini Covid-19”.
Orwell City  ha dato la notizia  in inglese.
Quindi La Quinta Columna ha richiesto una relazione intermedia all’Università di Almeria dal titolo ” RILEVAZIONE DI GRAPHENE IN CAMPIONE DI SOSPENSIONE ACQUOSA “.

2022.08.08 – SIERI ASSASSINI

Medici, politici, editori meritano la pena di morte per aver cospirato per commettere un genocidio premeditato

L’attuale schema di omicidio a scopo di lucro/riduzione della popolazione del governo mondiale include Big Pharma, Big Government e Big Media che lavorano insieme per sterminare milioni di persone e ci riescono.

Invece di interrogare la gente comune sui Green Pass e punirli se sono stati abbastanza intelligenti da evitare il veleno, raccomando qualcosa di molto più vantaggioso per l’interesse pubblico.

VIDEO INCHIESTA: RELAZIONE TRA COVID-19 E ESPOSIZIONE RADIAZIONI RADIOFREQUENZA COMUNICAZIONI WIRELESS INCLUSO 5G

Ma se non spegni la TV, non sarai in grado di ascoltarle.

Ascoltale, comprendile e condannali. Tutti loro. Ecco le prove.

1. Secondo il suo inventore vincitore del premio Nobel, Kary Mullis, il test PCR non può effettivamente identificare alcuna malattia specifica; pertanto, questo test ampiamente utilizzato non può dimostrare che qualcuno abbia mai effettivamente contratto il COVID, non importa che sia morto a causa di esso. Eppure milioni di persone, molti dei quali bambini e giovani adulti nel fiore degli anni, sono stati assassinati sulla base di diagnosi truccate che sono dimostrabili false. (Qui)

2. Secondo i medici più virtuosi del mondo — ovvero Cowan, Kaufman e Lanka — la malattia conosciuta come COVID non è mai stata isolata né purificata, il che significa che in realtà non esiste, e poiché un numero enorme di persone hanno preso il siero e sono decedute, dev’essere stato il trattamento che li ha uccisi, dal momento che la malattia non esiste e non è mai esistita.

3. L’autorizzazione federale all’uso di emergenza che ha consentito al governo di imporre Remdesivir come trattamento condizionale per il trattamento di questa malattia che non esisteva dipendeva dal fatto che non esistessero altri trattamenti adeguati, motivo per cui le autorità si sono battute così duramente per vietare l’idrossiclorochina e l’ivermectina come rimedi da banco per questa influenza mascherata da peste. 1 2 3

Perché accettarle come cure legittime – cosa che ormai è successa da tempo – significherebbe che il Remdesivir è stato approvato illegalmente visto che le alternative praticabili sono state sistematicamente soppresse al fine sia di ingrassare i profitti dei colossi farmaceutici sia degli ospedali e dei medici che hanno cospirato in questo inganno insondabilmente dispotico. Ciò significa che tutti quei cospiratori in questo piano diabolico possono e devono essere incriminati per cospirazione per aver commesso omicidi di massa, che si verificano in tutto il mondo da più di due anni.

4. Coerentemente con il divieto di questi rimedi da banco che riducevano la letalità di qualsiasi vaiolo simil-influenzale che avevano imposto al pubblico, l’uso di Remdesivir a $ 3200 per dose si era dimostrato letale in prove precedenti.

La prova della natura malvagia di questo piano era evidente nei bonus totali agli ospedali fino a € 100.000 per cadavere prodotti da questa formula demoniaca, che ha macchiato per sempre la professione medica e demolito ogni fiducia che il pubblico avrà mai nel governo che ha permesso che ciò accadesse.

Ciò che il Great Reset di Klaus Schwab ha effettivamente fatto è rovinare la società umana. I suoi effetti su un mondo governato da pazzi sono incalcolabili. (Qui)

In primo luogo ha sabotato le generazioni future sia psicologicamente che fisiologicamente con atti di mutilazione contro bambini che non potranno mai essere perdonati ma che non saranno mai adeguatamente valutati negli anni a venire, poiché i bambini che ora soffrono di problemi cardiaci e i bambini nati morti fanno presagire un futuro da incubo, una volta che i parametri della peste autoindotta inflitta alla nostra specie saranno stati pienamente compresi, se mai lo saranno. (Qui)

L’orribile spettro di fanghi inorganici ma auto-organizzati estratti dalle vene delle vittime di punture assassinate rivela i processi mentali depravati che hanno spinto i nostri medici più altamente pagati a escogitare un destino così vile per i loro pazienti fiduciosi, un tradimento che non sarà mai compreso da coloro che ancora cautamente cercano di capire che la fiducia nei nostri simili può essere ormai sprofondata oltre le possibilità realistiche del comportamento umano. Sarebbe un incubo dal quale gli esseri umani non potrebbero mai riprendersi. (Qui) (Qui)

Eppure, insieme alla distruzione della famiglia e alla cancellazione permanente dell’autonomia umana individuale, queste sembrano essere alcune delle caratteristiche che quei megalomani che ora armeggiano con l’anatomia umana cercano di cancellare dal repertorio del comportamento umano, un’impressione che si ottiene con la nausea guardando quel maniaco malato, il robot ebreo Yuval Noah Hariri.

Stiamo parlando di rendere schiavi ed eliminare gli esseri umani, e il processo, ora che la professione medica è passata al lato oscuro, potrebbe non essere reversibile.

Un fattore chiave in questo scenario da incubo oscurante è il declino accelerato della coscienza nella popolazione generale. Distrutto dagli anni alla televisione e alla propaganda calcolata per erodere le sue facoltà, l’elettorato riunito non è più in grado di percepire una differenza tra Joe Biden e Donald Trump, e nemmeno tra Ron DeSantis e Tulsi Gabbard, perché sia ​​i candidati che l’elettore sono così irreggimentati in un curriculum imposto dai media che pochissimi possono più immaginare una realtà che alimenti la libertà individuale. Per così tanto tempo le uniche opzioni sono state accettare la tangente o accettare il tuo destino, e aspirare a qualsiasi altra cosa, come capire come sarebbe davvero una società veramente libera, è semplicemente molto al di là di ciò che il tuo giornale locale ti potrà mai mostrare come possibile.

Ho menzionato ciò che Freud si è dimenticato di dirti? L’unica cosa che conta è quello che fai per gli altri. Quello che fai per te stesso non interessa a nessuno.

La stessa cosa vale al contrario. A nessuno importa davvero cosa fai a te stesso, ma sarai sempre conosciuto per quello che hai fatto agli altri.

A quel punto, il macellaio più atroce di tutti i tempi non può essere altro che l’attuale impiegato più pagato del governo degli Stati Uniti, il dottor Anthony Fauci, che molto probabilmente con le sue bugie sulla sua miscela COVID ha ucciso più persone di qualsiasi altra singola persona nella storia, o lo sarà tra qualche anno quando le sue proteine ​​spike avranno terminato la loro diabolica distruzione.

Ma ciò che lo rende davvero il campione di tutti gli assassini vax è che probabilmente era già il campione prima che iniziasse l’inganno del COVID.

Fauci se la cava LETTERALMENTE con gli omicidi di massa da decenni! Questo è un segmento di una presentazione data dal dottor Robert Willner in cui accusa Anthony Fauci di genocidio.

TUTTO SU FAUCI

Il dottor Willner ha pubblicato le prove a sostegno della sua affermazione nel suo libro “Deadly Deception, The Proof that SEX and HIV Absolutely NOT CAUSE AIDS”.

Il dottor Willner si inietta persino il sangue di qualcuno noto per avere il virus dell’HIV per dimostrare le sue ragioni!

Il dottor Willner espone la prima grande frode criminale perpetrata da Anthony Fauci, la bufala dell’HIV provoca l’AIDS. Fauci si rese conto che poteva dirottare il processo PCR appena inventato per creare la percezione che si stesse verificando una pandemia semplicemente chiamando impropriamente il processo “un test” e controllando il numero di cicli utilizzati nel processo.

Questa FRODE totale che l’HIV causa l’AIDS è ANCORA responsabile dell’uccisione di un flusso infinito di persone innocenti fino ad oggi.

È una frode che ha generato oltre mezzo trilione di dollari di profitti per Big Pharma uccidendo persone con i farmaci più tossici esistenti.

https://kickthemallout.com/article.php/V-Dr_Robert_Willner_Exposed_Fauci_Over_30_Years_Ago_Over_Faucis_Murderous_Lie_That_HIV_Causes_AIDS

Devo ancora dirvi che è passato il tempo di insorgere e distruggere i maniaci che stanno distruggendo il nostro paese e il mondo, prima che non siamo più in grado di tentare una manovra così vitale?

Tra le altre ragioni, sarebbe l’unico modo per convincere il mondo che abbiamo ritrovato la nostra sanità mentale, il che preverrebbe la necessità del resto del mondo di insorgere e distruggere il cane pazzo che gli Stati Uniti d’America sono chiaramente diventati, e mentre parliamo, Cina e Russia lo stanno certamente contemplando.

Perché se non lo facciamo noi stessi, alla fine lo farà sicuramente qualcun altro.

2022.08.08 – I POLITICANTI DI TURNO .. FALSI, FALSI ANCHE SULLA PANDEMIA

ADESSO MANDIAMO QUESTA GENTE (anzi sti politicanti) A FARSI VACCINARE MA COL SIERO DELLA VERITA’ … xo con l’onto de oio.

Caro zaia, mejo che te tasi … xe drio visinarse le elezioni tajane e te cori a dire ancora busje, te xerchi de recuperar la figurasa che te continui a far … falsi, si falsi! (vardeve sto breve filmato)
tradotto in italiano: Caro Zaia, è meglio che taci … si stanno avvinando le elezioni italiane e tu corri a dire ancora bugie, tu cerchi di recupare la figuraccia che continui a fare … falsi, siete dei falsi (guardatevi questo breve filmato) :  CLICCA QUI

e anche quest’altro breve filmato:

0000000000

2022.07.25 – VIA D’USCITA PERFETTA: DRAGHI ABBANDONA LA NAVE IN TEMPESTA…

…ma a ottobre non daranno la colpa a lui

Mi siano consentite alcune, pur telegrafiche, considerazioni intorno al tema del dopo #Draghi.

Cosa accadrà ora che l’euroinomane di #Bruxelles, ex uomo di #GoldmanSachs, si è defilato e ha rinunziato al posto che occupava sulla plancia di comando? Molti hanno da subito giubilato e alzato il calice, ritenendo che fosse finita l’era di Draghi o, come amavano dire, il #Draghistan.

Molti infatti, del tutto ingenuamente, hanno ritenuto che si trattasse della sconfitta dell’euroinomane più impenitente, dell’unto dei #mercati.

Molti davvero hanno pensato che Draghi fosse stato battuto e che si aprisse uno scenario di maravigliosa democrazia, di libertà e magari anche socialismo.

Ma non è così.

Possiamo dire che si tratta dell’ennesimo successo di Mario Draghi che, con astuzia e scaltrezza, ha misurato ogni cosa di modo che tutto fosse favorevole a lui e alla classe dominante che egli rappresenta in maniera eccelsa.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7

▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Possiamo dire che intanto due grandi scenari si aprono e non debbono essere trascurati. Intanto il governo dei migliori (mai espressione fu più orwelliana) ha cagionato una serie di lutti agli italiani:

ha portato l’#Italia sull’orlo del baratro, se non già direttamente e interamente dentro il baratro; ha dichiarato guerra alla #Russia di fatto, con le sanzioni e l’invio scellerato di armi all’#Ucraina;

ha generato un vero e proprio caos per le classi lavoratrici e per i ceti medi a colpi di #lockdown e altre misure liberticide fatte passare per terapeuticamente corrette e volte a difendere la #salute.

Ha insomma prodotto una vera tempesta i cui effetti, già visibilissimi, diverranno dirompenti ad Ottobre e Mario Draghi si è defilato nel mentre cosicché a Ottobre quando gli effetti si scateneranno si dirà, ed egli stesso dirà o lascerà dire, che quegli effetti dirompenti non sono stati causati da Mario Draghi ma sono invece causati dal fatto che Mario Draghi non c’è più.

Detto altrimenti: gli effetti dirompenti causati dalla #guerra scellerata, dalle misure liberticide e terapeuticamente corrette – quelle misure che stanno portando alle stelle il costo della vita, stanno determinando l’inflazione, stanno determinando la pauperizzazione dei ceti medi e delle già martoriate classi lavoratrici – tutti questi effetti scellerati scatenati da Mario Draghi e dal governo dei migliori si abbatteranno soprattutto a ottobre e Mario Draghi e il coro virtuoso degli aedi della globalizzazione politicamente corretta con lui, diranno che quegli effetti non sono causati dal governo di Mario Draghi ma dal fatto che non c’è più il governo di Mario Draghi e che questa è la punizione voluta dai mercati e generata dall’insipienza dei successori di Mario Draghi.

Il secondo aspetto su cui voglio richiamare la vostra attenzione, sta nel fatto che con queste dimissioni impreviste Mario Draghi ha fatto un dispetto (per usare una formula molto garbata) a tutte le forze del #dissenso, quelle che con fatica e con zelo si stavano organizzando per proporre un altro modello, per proporre una possibilità di essere altrimenti rispetto alla #globalizzazione filo bancaria.

Ebbene queste forze ora si trovano col fiato corto, sono in difficoltà nell’organizzarsi perché il tempo manca (si voterà a settembre) e quindi saranno in una condizione di palese difficoltà che sta già emergendo, per non parlare poi del fatto che esse, forze di #opposizione del dissenso, sono anche molto spesso in lite fra loro in ciò simili a quei cavernicoli di Platone che – anziché cooperare per uscire dall’antro caliginoso – si prendono a pugni là sotto facendo guerra tra loro anziché unire le forze.

Insomma la tempesta ideale possiamo dire. Sbaglia grossolanamente chi ritiene che Mario Draghi sia stato sconfitto.

Mario Draghi non è stato sconfitto ma ha trovato una buona via d’uscita per apparire, ancora una volta, come il salvatore, come l’uomo superiore, come quello che non ha nemmeno bisogno di passare dalle #elezioni per comandare. Insomma, l’unto dei mercati, l’euroinomane più impenitente. #Radioattività – Lampi del pensiero quotidiano con #DiegoFusaro

TRATTO DA QUI

2022.07.30 – OBBLIGO VACCINALE COVID IN CORTE COSTITUZIONALE

La notizia più recente e importante consiste nella pubblicazione ufficiale della ordinanza di impugnazione costituzionale incidentale 76-2022 del Tribunale di Padova sui contagi (nel senso della inefficacia dei cosiddetti “vaccini” COVID a prevenirli): https://www.gazzettaufficiale.it/eli/…
La diversa ma connessa ordinanza di impugnazione costituzionale incidentale 38-2022 del CGARS Consiglio Giustizia Amministrativa Regione Siciliana di Palermo sugli effetti avversi avrà udienza pubblica in Corte Costituzionale il 29.11.2022: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/…
In data 06.07.2022 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Prima Serie Speciale dedicata alla giustizia costituzionale la ordinanza di rimessione incidentale rubricata 76-2022 Reg. Ord. Coste Cost. depositata in data 28.04.2022 dal Tribunale di Padova Sezione Lavoro; si tratta di provvedimento giudiziario del massimo interesse in quanto adottata ex lett. A Sent. 5/18 Corte Cost. ovverosia sulla inefficacia dei cosiddetti “vaccini” COVID, che non sono solamente sieri genici sperimentali, ma nemmeno funzionano per la prevenzione del contagio; tale atto introduttivo del processo incidentale di legittimità costituzionale della legislazione di imposizione degli obblighi vaccinali COVID potrebbe avere storici effetti generali e trasversali in quanto risulta carente persino il primo dei presupposti necessari per la imposizione legislativa di un trattamento sanitario obbligatorio con conseguente incostituzionalità radicale dell’obbligo vaccinale COVID mentre il c. d. green pass (obbligo vaccinale indiretto all’italiana) si rivela semplicemente per ciò che è ovverosia lasciapassare per untori.
I sieri genici sperimentali COVID non impediscono affatto i contagi. I vaccinati contagiano.
Tamponi per tutti o per nessuno. QUINDI PER NESSUNO.
Finalmente uguaglianza per tutti senza discriminazioni.
Di fronte a un quadro del genere, l’unico esito giuridicamente possibile per questi processi incidentali di (il)legittimità costituzionale della normativa emergenziale di imposizione di obbligo vaccinale COVID è un annullamento secco, ovviamente con effetti retroattivi. Ogni altra soluzione finale (e il doppio senso è puramente voluto) sarà esclusivamente politica.
Chiediamoci per quali motivi la stampa non divulga queste notizie PUR RIGOROSAMENTE UFFICIALI! Facciamo girare noi, allora, almeno i link delle Gazzette Ufficiali sopra segnalate!!!
La prossima udienza costituzionale del 29 Novembre 2022 in Corte Costituzionale sarà decisiva. Se fosse una decisione in diritto, sarebbe già scritta, eppure non sembra affatto scontata.

TRATTO DA QUI

 

2022.07.27 – TAMPONI RAPIDI IN VENETO … INIZIA L’INCHIESTA DELLA GIUSTIZIA ITALIANA

Inchiesta sui tamponi rapidi in Veneto: nomi noti che sorprendetemente si opposero ma non furono ascoltati

Dopo ben due anni,  torna alla ribalta la questione dei tamponi e della loro validità. I puristi della questione non hanno mai smesso di urlare la loro poca affidabilità, tuttavia ora é in corso una vera e propria indagine sui cosiddetti test “rapidi”, quei tamponi che entrarono prepotentemente in scena nel 2020 promettendo di avere diagnosi veloci e facilitare così il controllo dell’espansione del virus.

Una vicenda tutta veneta, o così almeno é stata all’inizio, anche se ha poi preso campo in tutta la penisola. Ben presto il tampone rapido é diventato uno degli strumenti più diffusi, addirittura ricorderete un prodotto da banco, da acquistare in quantità e tenere in casa, utilizzandolo in totale autonomia nella privacy delle proprie quattro mura domestiche.

A finire nel mirino degli inquirenti é Roberto Rigoli, primario di microbiologia dell’Ospedale di Treviso divenuto poi coordinatore di tutte le microbiologie del Veneto, su cui il PM Benedetto Roberti ha fatto piovere una serie consistente di accuse.

Il magistrato Roberti ha anche richiesto il rinvio a giudizio per Patrizia Simionato, sempre secondo le accuse mosse da Roberti, partner in crime del Rigoli, nonché ex Direttore Generale di Azienda Zero. I due incontreranno il giudice Maria Luisa Materia per l’udienza preliminare il prossimo 12 dicembre.

Non immaginereste mai chi avanzò all’epoca pesanti sospetti nei confronti della metodica condividendo i suoi dubbi con gli inquirenti: il ben noto alle cronache Andrea Crisanti nel 2020 aveva presentato un esposto non contro Rigoli, ma in generale contro i tamponi rapidi perché fornivano, secondo il gran numero di dati in suo possesso, risultati completamente sballati.

E vien da chiedersi, se i dati li aveva Crisanti, come poteva non averli il collega Rigoli? E se Rigoli li aveva perché non ha fermato l’acquisto per la regione veneto dei tamponi rapidi?

Quindi le opzioni sono due: o Rigoli non conosceva i dati, oppure se li conosceva avrebbe deliberatamente messo in commercio un prodotto che, pur approvato dall’OMS, sapeva essere fallace e propagatore di false diagnosi. Se gli inquirenti confermassero la seconda scelta, sarà quindi poi da accertare quale fosse il reale motivo che spinse Rigoli all’acquisto dei tamponi. Solo denaro?

Dell’esposto non si seppe nulla all’epoca, così come di Rigoli e dei tamponi rapidi. Ma a Zaia quello strumento piaceva, eccome se piaceva, ne fece un gran motivo di orgoglio, dichiarando che nessuno come il Veneto portava avanti così diligentemente il sistema di tracciamento tanto spinto dalle Istituzioni, dall’OMS e dal Ministro Speranza.

Luca Zaia infatti, presidente della regione Veneto, all’epoca in cui Rigoli raccontò dei prodigi dei tamponi rapidi, si mostrò alquanto favorevole al proprio utilizzo: veloci, pratici, adatti ad un momento di estremo caos.

Girano filmati del Presidente della regione Veneto che mostra in video quanto fosse facile e conveniente tamponarsi il naso con il prodotto Abbott.

Il problema era che, come ebbe a sottolineare più volte Crisanti:

“I test rapidi hanno un senso solo se eseguiti su pazienti sintomatici, altrimenti generano una quantità enorme di falsi negativi”.

E mentre lo stesso spingeva verso l’utilizzo dei tamponi molecolari che difendeva come gli unici dall’esito certo, così dall’altra, invece Rigoli, é bene ricordare la posizione di rilievo che copriva quale primario di microbiologia dell’ospedale di Treviso, fece una campagna incessante nei confronti dell’utilizzo massiccio dei test rapidi.

Dove nasce la questione dunque?

La questione nasce nel momento in cui la ditta cui Rigoli si appoggiò per l’acquisto dei tamponi rapidi dalla ABBOTT, la veneta Azienda Zero, fece un ordine ingente di tamponi rapidi, dichiarando prima di averne testato la validità e smentendo poi di aver mai pronunciato quelle parole. La prima tranche vedeva l’acquisto di circa 200.000 tamponi, tra l’altro effettuato senza alcun bando, per una cifra di circa 900.000Euro, mentre per la seconda tranche la quantità sarebbe stata aumentata a 280.000 tamponi fino a raggiungere un costo per le tasche dei contribuenti di oltre 1 milione e 200.000 Euro.

Secondo il PM entrambi, sia Rigoli che la Simionato, sarebbero stati consapevoli di aver messo in piedi un’operazione non pulitissima, e sono sempre gli stessi Inquirenti a ritenere che a dimostrazione della loro cattiva fede, avrebbero pensato ad organizzare un eventuale piano B.

Nel caso infatti fossero sorti problemi di non attendibilità dei risultati, i due avrebbero preventivamente concordato tra di loro, avrebbero fatto rivalsa sulla ditta produttrice, sulla Abbott, contestando il prodotto alla fonte e quindi scaricando sulla casa madre ogni personale responsabilità.

Aldilà del fatto che é pur vero che gli attenzionati non hanno partecipato ad alcun bando, e che avrebbero anche dichiarato il falso poiché secondo gli inquirenti non avrebbero mai provveduto a testare i prodotti, pur avendo inizialmente dichiarato di averlo fatto, la questione é che la loro difesa si basa su fatti difficili da contestare.

Almeno all’apparenza, intendiamoci.

Nel momento in cui Azienda Zero andava diffondendo l’uso massiccio del tampone rapido, la stessa OMS attraverso il Global Fund ne promuoveva l’utilizzo. Perché, potrebbe difendersi Rigoli, “avrei dovuto testare qualcosa che Istituzioni ben più grandi ed importanti di lui ne garantivano l’efficacia?”

Rigoli infatti afferma proprio questo “Perché mai avrei dovuto testare qualcosa che aveva già ottenuto l’approvazione?” e inoltre “Anche nel caso mi avessero chiesto di svolgere un’analisi di validità indipendente sui test rapidi, non avremmo mai avuto i tempi materiali perché eravamo nel bel mezzo di un’emergenza che ci imponeva tempistiche ristrette”.

Inoltre, i tamponi rapidi erano proprio supportati da Global Fund, il partner fondatore di ACT Accelerator, una piattaforma di collaborazione globale per accellerare lo sviluppo, la produzione e l’accesso equo a test, terapie e vaccini contro il covid19, come si legge sui siti istituzionali italiani.

Tuttavia basta fare una rapida e semplice ricerca per vedere che proprio Global Fund é sostenuta e finanziata sempre dai soliti, Bill & Melinda Gates, gli onnipresenti filantropi pandemici, che ormai sappiamo collegati a doppio filo a Davos, al WEF e a tutti i centri di potere mondiali, OMS e governi dei singoli stati compresi. Gli stessi che hanno spinto poi i volti noti delle celebrità a prestarsi come testimonial per la lotta alla pandemia.

Potranno poi il Rigoli e la Simionati, nel caso vadano a processo, difendersi davvero scaricando la colpa su enti terzi che garantivano per loro?

Perché, vedete, ultimamente persino lo scudo penale pensato per i medici vaccinatori é stato messo in dubbio da un punto di vista giurisprudenziale, almeno per coloro che, pur a conoscenza di effetti avversi e altro, hanno comunque iniettato la pozione.

Non é più tempo di dire “eseguivo gli ordini”. Dovrebbe essere ormai chiaro a tutti.

MARTINA GIUNTOLI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV. E per aiutarci a sostenere le spese per un’informazione di qualitàcliccate qui: anche un piccolo contributo è importante!


QUESTO ARTICOLO LO TROVI QUI

2022.07.25 – DRAGHI SAPEVA TUTTO, ECCO PERCHÉ SE NE È ANDATO.

Abbiamo salutato tutti con grande felicità la caduta del Governo Draghi e non poteva essere altrimenti.
Qualcuno si preoccupa che potremmo finire dalla padella alla brace, ma ho già chiarito questo punto: Mario Draghi era la brace. Dobbiamo però stare attenti perché il Premier ha lasciato il proprio incarico pur avendo la fiducia, e quindi pur essendoci le condizioni per andare avanti col suo #Governo, perché sa bene due cose.
La prima è che in autunno le nefaste conseguenze delle sue scelte politiche, soprattutto per quanto concerne le sanzioni alla
#Russia, avranno delle ripercussioni senza precedenti sull’economia italiana.
Quest’inverno vedremo crollare interi comparti, dal manifatturiero ai comparti industriali, che non possono resistere al caro energia, al caro gas e al caro petrolio, e questo
#MarioDraghi lo sa bene.
Altra cosa che il
#Premier conosceva bene è il fatto che se si fosse andati alle urne quando gli italiani erano già stati travolti dalle conseguenze delle sue scelte, sarebbe stato un booster verso i partiti cosiddetti ‘#sovranisti’ e ‘antisistema’ perché è ovvio che le conseguenze delle sue politiche si sarebbero fatte sentire nella pancia del Paese, quindi in quelli che poi si sarebbero alle urne rivolti contro i partiti di Governo. Quindi, Mario Draghi e il sistema che rappresenta conoscevano benissimo queste due condizioni.
In autunno crolla l’economia, questo farà nascere il dissenso nel Paese contro il Governo, quindi la sua scelta di lasciare in questo preciso momento non è assolutamente casuale.
Dobbiamo quindi stare molto attenti a far sì che i prossimi
#partiti che formeranno la nuova maggioranza saranno partiti che metteranno al centro della loro agenda l’eliminazione immediata delle #sanzioni alla Russia.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7

ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Se così non fosse, sarebbe un danno enorme per gli italiani, ma anche per la #democrazia stessa perché il sistema è già pronto a dimostrare che Mario Draghi, non eletto dai cittadini, aveva portato avanti delle politiche a favore del Paese e che invece i neo-eletti hanno causato il crollo dell’#economia italiana, mentre noi sappiamo benissimo che quel crollo ci sarà ma perché dipende proprio dalle politiche di Mario Draghi, ma per una questione di tempistiche la bomba esploderà nelle mani del prossimo Governo.
Quindi, qualora il prossimo Governo non riesca a prendere immediatamente le distanze da quanto ha fatto Mario Draghi, si subirà le conseguenze delle sue politiche.
E questo è un danno enorme perché ci diranno che sarebbe stato meglio lasciar scegliere alla
#tecnocrazia, invece che al popolo e alla democrazia, ed è esattamente quello che loro vorrebbero ottenere: convincere gli italiani che la tecnocrazia debba sostituire la democrazia perché dimostreranno, ripeto, che il crollo è avvenuto con il Governo eletto dagli italiani, mentre tutto è stato seminato scientemente in anticipo e adesso si va alle elezioni per fare in modo che questa bomba, con una miccia cortissima, che sta per esplodere, finisca nelle mani del Governo eletto dai cittadini. Ponete sempre attenzione perché la scelta di Draghi ovviamente non è stata casuale.
La Matrix Europea, la verità dietro i giochi di potere – Con Francesco Amodeo

TRATTO DA QUI

 

2022.07.12 – STORICA SENTENZA ITALIANA SUI SIERI VACCINALI

Il #6luglio 2022 diventerà una data importante.
Il tribunale di
#Firenze ha approvato una sentenza che annulla la sospensione di una psicologa, il motivo: “la sospensione dell’esercizio della professione rischia di compromettere beni primari dell’individuo quale il diritto al sostentamento e il diritto al lavoro”.
Dopo due anni di lotta – in cui sono stati in molti a combattere per difendere la propria
#libertà e i propri diritti – una grande giudice e una grande sentenza aprono un nuovo spiraglio e danno un po’ di speranza.
“Questa giudice ha fatto quello che devono fare i giudici del merito, cioè accertare la verità materiale.
Questa giudice ha accertato la cosa fondamentale: ha accertato che questi sieri sperimentali (così li definisce nel provvedimento) non prevengono l’infezione, anzi ripete diverse volte che coloro che sono stati trattati 3 volte con queste sostanze possono essere infettati, si ammalano e contagiano altri.
Dichiara anche che ci sono i dati pubblici che queste sostanze portano a gravissimi eventi avversi”.
Cosi commenta l’avv. Renate
#Holzeisen in trasmissione.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU:
https://www.radioradio.it/

Quello che è molto interessante e che dimostra la grandezza di questa decisione è proprio il riferimento che la giudice fa al periodo del nazi-fascismo laddove lei evidenzia e ricorda a tutti l’art.32 della nostra #Costituzione dove si parla dell’inviolabilità della dignità umana, del fatto che nessuno può essere assoggettato ad un trattamento senza il suo libero e informato consenso.
La
#giudice fa persino menzione del rischio di un mutamento del genoma umano.
Sappiamo sulla base di studi che sono già usciti (mi riferisco a quello dell’Università di
#Malmö in Svezia) che hanno dimostrato che, per la sostanza Comirnaty di #BioNTech, c’è grave rischio – soprattutto a ripetizione del trattamento – che ci possa essere una trascrizione inversa di questa RNA iniettata nel corpo umano, nel #DNA umano e dunque di una mutazione del genoma umano.
Il giudice fa riferimento anche a tutto questo perché è ormai evidenza scientifica.

 

2022.07.10 – 𝗡𝗢𝗡 𝗩𝗔𝗖𝗖𝗜𝗡𝗔𝗧𝗘𝗩𝗜 !!!

Ringrazio ADELAIDE GIULIANA per aver condiviso con noi questo messaggio.


[Inoltrato da Eventi Avversi News]
𝗡𝗢𝗡 𝗩𝗔𝗖𝗖𝗜𝗡𝗔𝗧𝗘𝗩𝗜!!!
Notizie di oggi.
Ho sentito anche alla radio stasera in auto tornando dal lavoro l’invito promosso dal Ministero della Sanità(?) alla 4^ vaccinazione contro Sars Cov2.
Aspettate un attimo.
NON VACCINATEVI!
O pensateci dopo aver letto le mie considerazioni, che molti medici e sanitari condividono, non solo i no vax mandati a casa dallo stesso Zaia, grande, infinito bugiardo e manipolatore mediatico, che oggi vorrebbe di nuovo in corsia.
Una domanda. Perché oggi così tanti positivi al SarsCov2? Perché così tanti herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio)? Perché così tante tiroiditi di De Quervain, malattia ad eziologia generalmente virale? Perché molte malattie autoimmuni a breve distanza dalle vaccinazioni? E potrei continuare con patologie cardiache anche severe . . .
Perché il lambrosiano microcefalo Speranza sostiene una distorta informazione unica.
Cerco di spiegare nella maniera più semplice possibile, pronto ad interagire per chiarimenti e dubbi.
Parliamo di vaccino ad mRNA (Moderna e Pfizer). AstraZeneca è stato dimenticato dopo i morti provocati, ora “regalato” dal generoso Mondo occidentale all’Africa.
Con il vaccino ci viene iniettato una informazione, come un piccolo stampo, che entra nella cellula e poi nella fabbrica delle proteine. Insegna a produrre la celeberrima proteina spike (quella che permette al virus di agganciarsi alle cellule umane, entrare e far danno). La cellula incomincia a rilasciare nel sangue dosi crescenti di questa proteina che il sistema immunitario non riconosce come nostra ed inizia a produrre anticorpi per disattivarla. Più vaccino facciamo più stimoliamo il sistema immunitario a produrre in modo monolocale (a senso unico) l’anticorpo anti spike.
Faccio un esempio per la comprensione.
Una casa di auto ha 5 linee di produzione di macchine diverse, ma ad certo punto il mercato vuole solo 500, non per un periodo ma continuamente. La dirigenza decide di spostare le maestranze e rallenta fino a bloccare alcune linee produttive e i macchinari arruginiscono.
Succede al nostro sistema di difesa a cui si richiede di produrre un solo anticorpo. Le altre filiere, quelle della difesa naturale, riducono la produzione e il vaccinato con più vaccinazioni diventa immunodeficente. Con facilità prende il Covid19, viene ridotta la possibilità della cosiddetta vaccinazione di gregge (condizione odierna di numero crescente di positivi), gli capita il fuoco di Sant’Antonio, la tiroidite virale. Senza pensare a patologie più gravi a seguito del disturbo della difesa naturale e, in soggetti con predisposizione, si possono scatenare condizioni gravi come malattie autoimmuni o le miocardiopatie.
Ma queste informazioni non verranno mai dette. Ho testimonianze reali che la classe medica ha una immorale omertà a segnalare anche solo nel dubbio queste situazioni.
Con questo vaccino NON VACCINATEVI.
Mi pare così ovvia questa considerazione. Al di là della premessa scientifica. Se 3 dosi non sono servite, servirà la quarta? Meglio un rito sciamanico!
Sono medico, rischio molto con quello che scrivo. Non ho altri canali per comunicare, se non nei social. Spero vi sia condivisione. Sono consapevole di poter essere richiamato e sanzionato dall’ordine dei Medici. È già capitato ad altri.
È la mia onestà morale e professionale di quasi 50 anni di lavoro come medico di Medicina Interna che mi impongono di essere contro il proseguimento della nuova campagna vaccinale. Non questo tipo di vaccino. Ma altri non ve ne sono.
Non sono solo. Circa 2 mesi fa oltre il 30% dei medici trevigiani ha votato contro il bilancio annuale (atto formale) dell’Ordine dei Medici di Treviso per presa di posizione contro modalità della vaccinazione anti Sars Cov2.

Pietro Gasparoni, medico endocrinologo

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3181327612134682&id=100007724232600&m_entstream_source=timeline

 

image_pdfimage_print