2013.07.19 – E LA TELENOVELAS DEL PALMERINI LORIS CONTINUA… MIRATA COME SEMPRE A CREARE CONFUSIONE.


Comunicato sull’opinione di tale Palmerini Loris pubblicata sul suo sito (che evitiamo di pubblicizzare per questioni di opportunità).
PALMERINI LORIS SHOCK

La saga delle telenovelas dei James Bond “tricolore e maccheroni” e dei “venetisti” con le loro associazioni, partiti politici italiani e improponibili fantasiosi governi autoreferenziali, sembra non vedere mai la parola fine.
Nei numeri circensi dei cc.dd. “venetisti” non poteva mancare la sortita dell’ultima ora di tale Palmerini Loris, persona nota nell’ambiente per la sua attività professionale.
Questi, nell’opinione pubblicata sul suo blog, fa un excursus storico della Repubblica di Venezia molto personale ma, soprattutto, molto strumentalizzato.
Fra le tante perle, ne spicca una: “Per il diritto internazionale fu illegale che la sovranità veneta e lombarda venisse messa nelle mani di un rappresentante del Governo italiano prima che si volgesse il plebiscito previsto dai trattati internazionali.”
Peccato che non funzioni affatto così: nessun plebiscito può legittimare in alcun modo la rapina di una sovranità popolare, né prima né dopo.
La Repubblica di Venezia tra l’altro ha poco da spartire con il c.d. “lombardo-veneto”, e per il diritto internazionale non si possono stipulare trattati che privino un popolo della propria sovranità sulla propria nazione, tanto meno sulla scorta di “plebisciti popolari”.
Rimane ad oggi una gravissima violazione del diritto internazionale l’aver calpestato, stuprato e rapinato la sovranità del Popolo Veneto sulla propria Nazione Veneta, a prescindere da plebisciti di sorta, tanto più se manipolati e truccati come lo sono stati all’epoca dall’allora piccolo e supermafioso regno italiano massonico sabaudo appoggiato da certa massoneria europea.
Quindi, cari “venetisti”, giuristi e storiografi improvvisati e manovrati, opinionisti e saltimbanchi vari, smettetela di infastidirci con questi vostri film e con quelle vostre interpretazioni di comodo della storia e del diritto finalizzate unicamente ad ingenerare confusione nella pubblica opinione nel goffo e inutile tentativo di offuscare e di impedire il legittimo percorso intrapreso dal Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto per il sacrosanto ripristino della sovranità del Popolo Veneto.
Le vostre argomentazioni assurde e strampalate fanno acqua da tutte le parti.
I vostri autoreferenziali, bizzarri e ridicoli governi e parlamenti fai-da-te privi di rappresentanza e di fondamenti giuridici sono posti al di fuori di qualsiasi contesto del diritto, al di fuori soprattutto del diritto internazionale.
Avete poco da fare proclami inconcludenti.
La verità, pura e semplice e alla luce del sole, è che ad oggi la Repubblica di Venezia, in barba al diritto di ogni Nazione all’integrità territoriale e al diritto di autodeterminazione del Popolo Veneto, è in fatto e in diritto illecitamente e illegittimamente occupata da quasi 147 anni dallo stato straniero razzista e colonialista italiano.
E che solo il Movimento di Liberazione Nazionale del Popolo Veneto (MLNV), soggetto di diritto internazionale, può legittimamente agire in nome dell’intero Popolo Veneto per la liberazione della Patria Veneta e il ripristino della sua sovranità.
Fatevene tutti una ragione e piuttosto di ostacolare fatevi da parte, se non volete poi essere presi di mezzo.
WSM!
Venetia, venerdì 19 luglio 2013
dott. Paolo Gallina – Vice Presidente del MLNV e del GVP