2013.06.10 – ANCHE QUESTA E’ L’ITALIA CHE NOI NON VOGLIAMO… IL CITTADINO HA DIRITTO DI INDIGNARSI.


Articolo tratto da: CLICCA QUI
ARTICOLO LEGGO
Ecco un'altra cosa che non ci piace di quest'italia.
Se fosse un'abitutidine abusare del proprio ruolo e servizio e di sentirsi al di sopra delle regole e della legge sarebbe veramente finita, perchè è come nella parabola in cui Gesù ricorda ai suoi discepoli che se il sale perdesse il suo sapore, con cosa si potrebbe salare il cibo… altro non servirebbe che ad essere gettato via.
Quello che è ancor più grave però è la reazione scomposta e abusiva che ne deriva innanzi al diritto di indignazione del Cittadino, anche se lo fa per quelle che possono apparire come piccole cose, ma che poi tanto piccole non lo sono perché denotano scarso senso di civiltà e gettano discredito sull'uniforme che si indossa per un servizio alla società.
E' come aver perso il significato e l'ideale che dovrebbe essere impresso nel cuore di ogni rappresentante delle istituzioni e che dovrebbe trasparire dall'uniforme, dal tesserino, dalla placca che si esibisce e anche dalla fermezza quando è necessaria, ma che non deve mai trascenderei in gratuita violenza ed abuso.
Il rispetto di questi principi e ideali, che sicuramente fanno parte del dna della maggior parte dei Carabinieri, sono molto importanti e se non li si rispettano e si onorano nelle piccole cose di tutti i giorni, come cosa si può pensare di quelle più grandi e impegnative.
Noi del MLNV sappiamo molto bene fin dove si spinge il sistema italiano quanto ad abusi e prevaricazioni e non certo per una sosta in contromano o sulle striscie pedonali e per una pausa caffè… ben conosciamo il significato delle ritorsioni, delle perquisizioni abusive, dei sequestri di persona, dei furti e rapine subite da parte della polizia italiana (digos della questura di Treviso) e da parte della magistratura politicizzata che è disposta a sostenere inchieste farsa e rovinare la vita e la reputazione di persone per bene e oneste, pur di soddisfare la propria bramosia di potere e far si che non venga mai messo in discussione il sistema che alimenta e lo sorregge … perché in effetti, il loro principale problema, è il risveglio della coscienza dei Cittadini.
Sergio Bortotto, Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio.